104 News

Uiltrasporti Liguria: “Preoccupazione per come alcune istituzioni territoriali si stanno comportando nei confronti di Costa”

‘I lavoratori di Costa crociere hanno il diritto di essere tutelati – spiega Roberto Gulli, segretario generale Uiltrasporti Liguria –

“La Uiltrasporti della Liguria esprimere forte preoccupazione per come alcune istituzioni territoriali si stanno comportando nei confronti dell’unica compagnia crocieristica che batte bandiera italiana che tocca i nostri porti.Ci riferiamo a Costa crociere, un’azienda molto radicata sul territorio ligure attraverso  scali nei porti di La Spezia, Genova e Savona.In particolare, a Genova Costa ha un centro direzionale e a Savona il suo homeport.

‘I lavoratori di Costa crociere hanno il diritto di essere tutelati – spiega Roberto Gulli, segretario generale Uiltrasporti Liguria – Ci sono migliaia di lavoratori sul territorio italiano, esistono anche se sono a bordo di una nave. Essere trattati come appestati, laddove adeguate misure di sicurezza possono eliminare il problema di contagio, dal nostro punto di vista non è tollerabile. Così non è accettabile l’atteggiamento del sindaco di Savona’. Nello specifico il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, solo pochi mesi fa, era a bordo di una nave della flotta di Costa crociere per la sua inaugurazione.  Lavoratori e azienda hanno dato e danno il loro fattivo contributo al tessuto economico della città e della regione. ‘Oggi non possiamo pensare di abbandonare queste persone al loro destino – conclude Gulli – Abbiamo il dovere e la responsabilità di accoglierle e curarle laddove necessario e così salvaguardare il patrimonio economico che viene riversato sul nostro territorio’ .

Il futuro è molto incerto, non sappiamo quanto tempo ci vorrà per arrivare alla fine dell’ emergenza per tornare alle nostre normali vite, semmai ci torneremo, e naturalemnte a un’economia che possa continuare a mantenerci. Per la Uiltrasporti della Liguria  è necessario che le istituzioni tutte insieme facciamo quadrato a protezione delle varie imprese del tessuto economico e, quindi, dei lavoratori e cittadini, per poter ripartire appena ce ne verrà data l’occasione”.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi