Una perla d’estate! Altare si svela in tutti i suoi appuntamenti

Altare. A Villa Rosa – Museo dell’Arte Vetraria Altarese continua ALTARE GLASS FEST la rassegna durante la quale maestri vetrai internazionali mostrano al pubblico la magia della lavorazione del vetro soffiato secondo le diverse tecniche artistiche, da quelle tradizionali a quelle più innovative. Un successo sempre crescente, quello della manifestazione estiva, nata per riportare Altare al suo antico ruolo di centro vetrario di assoluta eccellenza.
Nell’ambito della ormai collaudata manifestazione, il Museo dell’Arte Vetraria Altarese propone un interessante calendario di eventi che si terranno presso il giardino di di Villa Rosa, maestosa residenza in stile Liberty, oggi prezioso scrigno della collezione museale altarese.

Ecco i prossimi appuntamenti:     
         DAL 26 AL 28 LUGLIO 2019
LAVORAZIONE DEL VETRO SOFFIATO CON RENO BARDELLA   

Reno Bardella sarà protagonista dell’Altare Glass Fest dal 26 al 28 luglio 2019, con la sua dimostrazione di lavorazione del vetro soffiato nella fornace di Villa Rosa dalle 17,00 alle 22,30.

Nato sull’isola di Murano nel 1952, e lì conosciuto da tutti come Moreno, inizia in giovane età il suo apprendistato.
Diventa ben presto maestro impareggiabile nella lavorazione del vetro soffiato “alla prima” (tecnica che richiede rapidità e colpo d’occhio, oltre ad un’innata padronanza e manualità, ed istintiva conoscenza della trasparente materia), e figura oggi tra i più noti vetrai muranesi in attività, con esperienze anche negli Stati Uniti.                                                                                                                                                   
         VETRO E CINGHIALI
Cena a base di polenta e cinghiale  

Venerdì 26 luglio 2019 al Museo dell’Arte Vetraria Altarese torna “Vetro e cinghiali”, la tradizionale cena a base di polenta e cinghiale, servita dalle ore19,30 nei giardini di Villa Rosa, con la collaborazione dell’Avis di Altare.

Durante la serata, presso la fornace del Museo, sarà possibile ammirare dal vivo la lavorazione del vetro soffiato con il maestro vetraio Reno Bardella dalle 17,00 alle 22,30. 
Ad allietare la serata, infine, la grande lotteria per vincere lo speciale cinghiale di vetro.                                                                       

L’INDIA INCONTRA ALTARE E LA SUA ARTE DEL VETRO  

Domenica 28 luglio 2019 al Museo dell’Arte Vetraria Altarese “L’India incontra Altare e la sua arte del vetro”, una serata dedicata alla cultura indiana, organizzata dal Museo in collaborazione con il Matha Gitananda Ashram di Altare, con il patrocinio dell’Unione Induista Italiana.
Ecco il programma:
– ore 17.00 miti e simboli della magica India raccontati con letture e recitazione di brani dei testi sacri, e attraverso le gestualità della danza.
– ore 19.30 cena indiana a cura del Ristorante Bombay Palace di Savona

Per info e prenotazioni:
– Monastero Induista Svami Gitananda Ashram Marici
019.584692 / monasteroindu@gmail.com
– Museo dell’Arte Vetraria Altarese
019.584734 / 377.5539880 / info@museodelvetro.org

INOLTRE AGOSTO AL MUSEO DELL’ARTE VETRARIA ALTARESE  

Le nostre proposte per l’estate:

– 2-3-4 agosto dalle ore 17,00 alle ore 22,30 si esibiranno il maestro vetraio Paolo Crepax e il maestro incisore Matteo Seguso, entrambi muranesi.

– domenica 4 agosto fa tappa al Museo il Festival “Liguria delle Arti. Lo spettacolo della bellezza” una rassegna dedicata alla scoperta di luoghi straordinari della regione. Il luogo e il museo si raccontano attraverso l’arte, la musica e la letteratura: alle ore 21.00 Concerto di Giorgia Calcagno (flauto)e Francesco Pollero (violino), del Conservatorio Paganini, che eseguiranno brani di Michele Savino e Niccolò Paganini.
Nel corso della serata Pino Petruzzelli arricchirà l’esibizione musicale con letture di brani
di Aldo Capasso, Camillo Sbarbaro, Francesco Petrarca, Giorgio Caproni, Angelo Barile,
Giovanni Boine.

– mercoledì 14 agosto dalle ore 17,00 alle ore 20,00 si esibirà la maestra vetraia Elena Rosso con la dimostrazione di lavorazione delle perle a lume.                                                                                                                                                 
SAVE THE DATE

PERLE VENEZIANE
500 anni di scambi con l’Africa
Collezione Márcia de Castro e Guy Maurette

Grande prestigio al Museo verrà dato dall’esposizione “PERLE VENEZIANE
500 anni di scambi con l’Africa. Collezione Márcia de Castro e Guy Maurette” organizzata dal Musée Itinerant de la Perle Ancienne en France in collaborazione con il Museo dell’Arte Vetraria Altarese.

La mostra sarà inaugurata il 14 agosto alle ore 18.00 presso le sale di Villa Rosa ed esporrà più di 3000 perle realizzate a Venezia e Murano negli ultimi 5 secoli, insieme agli strumenti utilizzati per realizzarle e vari altri documenti storici.
  Queste perle erano per lo più in vetro (in casi minori in ceramica) ed erano chiamate “ Perle di baratto” in quanto costituivano la “moneta di scambio” durante i commerci triangolari tra Europa, Africa e Americhe dal periodo coloniale europeo fino alla metà del XX secolo. Erano prodotte con vetri di recupero nel continente africano e in Medio Oriente tra l’VIII e il XV secolo, infine in Europa tra il XV e la prima metà del XX secolo a Venezia, in Boemia, in Moravia, nei Paesi Bassi, in Germania e in Francia (Briare).

L’esposizione resterà aperta al pubblico fino al 25 agosto in orario di apertura del Museo.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi