In Primo Piano Savona Sport

Serie D, il Savona a casa Renzi

Savona. Rignanese e Argentina per cominciare il nuovo anno con due vittorie ed allontanarsi dalla zona rossa della classifica. Sarà un avvio decisivo per il Savona che, dopo le incertezze del girone di andata, con metà campionato da giocare vuole dare una scossa al torpore della sua graduatoria per posizionarsi stabilmente nella parte sinistra in attesa di tempi migliori. La situazione in coda è molto fluida, tolte Argentina, Scandicci e Montecatini il gruppo delle pericolanti è compatto: dai 18 punti del Finale ai 23 dell’Albisola ci sono ben sette squadre coinvolte nella volata salvezza.
A Rignano sull’Arno, paese di origine della famiglia Renzi, il Savona giocherà la partita più complicata di quelle che l’attendono nell’immediato futuro. La squadra biancoverde dopo il mortificante 1-7 subito dal ForteQuerceta ha trovato una miniserie utile di 3 risultati (2 pareggi e una vittoria) che l’anno proiettato ad un’incollatura dal Savona che lo sopravanza di un solo punto. Facile intuire che domenica alle 14,30 allo stadio Comunale il clima sarà caldissimo, una eventuale vittoria dei toscani li trascinerebbe fuori dalla zona play out spingendovi ancora di più gli striscioni.
Il Savona, tuttavia, ha dalla sua la maggior cifra tecnica. La Rignanese, la cui fragilità difensiva (34 reti subite) è diventata l’elemento di maggior preoccupazione per il tecnico Fabio Guarducci che nel mercato invernale ha perso oltre al bomber Pagnotta anche Leo, Matteo, Deggl’Innocenti, Meacci e Murras perdendo qualità ed esperienza, il solo acquisto del centrocampista classe 1998 Diolaiti prelevato dal Tortolì, appare insufficiente a colmare i buchi lasciati da chi è partito.
Il tecnico toscano punterà molto sui giovani come richiesto dalla società a cominciare dalla partita di domenica contro il Savona in cui mancherà per squalifica Privitera. L’allenatore biancoblu Marcello Chezzi invece non potrà contare sullo squalificato Venneri e ha lavorato per completare gli inserimenti degli ultimi arrivi: Balestrero e Guarco. I ben 11 punti conquistati in trasferta a fronte dei 9 ottenuti al Bacigalupo sono un dato da cui riaprtire e costruire una rapida ascesa.

Informazioni sull'autore del post