Attualità Vado Ligure

Vado Ligure, un tavolo tra: Comune Provincia, RFI e ANAS con focus sui cantieri

L’amministrazione comunale ed il Sindaco di Vado Ligure Fabio Gilardi annunciano l’inizio di un confronto con le istituzioni e i committenti tra cui ANAS, RFI e la Provincia, con l’obiettivo di ridurre al minimo i disagi derivanti dalle interferenze tra cantieri rilevanti, uno dei quali riguarda i lavori per la soppressione del passaggio a livello di via Sabazia.

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la realizzazione di nuove infrastrutture più sicure, moderne e sostenibili, mantenendo al contempo l’impegno a mitigare i disagi per la cittadinanza.

Particolare attenzione verrà data al periodo estivo, cruciale per l’economia locale.

“È fondamentale mantenere efficienti i collegamenti per supportare il tessuto socio-economico del territorio. Proprio nei giorni scorsi, in un lungo confronto, si sono affrontate con RFI alcune tematiche e risolte alcune criticità fondamentali per la risoluzione delle interferenze di sottoservizi come Enel e le verifiche belliche, motivo per cui alcune lavorazioni stanno procedendo a rilento – spiegano dal Comune – Durante questi incontri, che avranno frequenza mensile o saranno convocati non appena emergeranno criticità significative, sono stati esaminati i cronoprogrammi, gli stati avanzamento lavori e contestualmente verrà organizzato un tavolo di confronto con tutte le parti coinvolte. Questo permetterà di discutere tempestivamente le problematiche e di adottare tutte le misure necessarie per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

“Siamo consapevoli dell’importanza di questi lavori per il futuro del nostro territorio, ma altrettanto consapevoli dei disagi che possono causare. Con questo confronto continuo e aperto, vogliamo assicurare che tutte le misure per minimizzare i disagi siano adottate prontamente ed efficacemente, specialmente durante la stagione turistica e per garantire la continuità dei servizi essenziali. Presto verranno condivise anche con istituzioni sovraordinate con cui ho gia avviato interlocuzioni” spiega il primo cittadino vadese.

Per quanto riguarda via Sabazia Rete Ferroviaria Italiana aveva annunciato lo scorso marzo che entro l’estate sarebbe stata resa disponibile al transito la rampa di collegamento alternativa su via Tecnomasio per sbloccare la viabilità nei pressi del passaggio a livello.

Al termine dei lavori, grazie al nuovo raccordo stradale con via Tecnomasio/via Ferraris, via Sabazia tornerà a essere percorribile a doppio senso di marcia e le porzioni di abitato a monte e a valle della linea ferroviaria merci saranno unite, con permeabilità tra via Sabazia/via Italia, via Cadorna (fronte Ufficio Postale) e da via Maestri del Lavoro.

Verrà realizzato anche un nuovo sottopassaggio ciclopedonale.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *