Attualità Savona

Savona, raccolti in Darsena 6000 mozziconi di sigaretta

L’evento “No mozziconi in Darsena”, organizzato da Assonautica con il patrocinio del Comune di Savona, ha visto la partecipazione della classe 1^C dell’Istituto Migliorini del Nuovo Polo Scolastico di Finale Ligure, accompagnata da tre insegnanti e dai soci del sodalizio.

Intorno alle 9 del mattino, ritrovo nei pressi della Torretta. Un bel gruppo di “difensori dell’ambiente” che, dopo le foto di rito, hanno indossato i guanti e, armati di pinze, si sono distribuiti sul Lungomare Matteotti e nell’intera area della darsena. Diverse generazioni unite da uno stesso scopo: raccogliere mozziconi e, soprattutto, diffondere buoni esempi.

“La raccolta è stata molto abbondante, ma non sorprendente – spiegano da Assonautica -. I mozziconi sono ovunque, tra gli assi dei pontili, in ogni angolo delle strade, ai bordi della carreggiata, gettati spesso dal finestrino dell’auto. In un paio d’ore, sono stati raccolti oltre 6.000 mozziconi, che si sommano ai 3.000 raccolti nei mesi precedenti grazie alle bottiglie-portacenere. Sono quindi oltre 9.000 i mozziconi che non finiranno in mare a Savona.

I fumatori, nella stragrande maggioranza, sono abituati a gettare a terra i loro mozziconi, senza riflettere sul fatto che prima o poi arriveranno in mare attraverso i tombini. Possedere un portacenere tascabile sarebbe la soluzione per evitare gli enormi danni causati all’ecosistema marino, ma incomprensibilmente, solo una percentuale minima dei fumatori lo utilizza, e molti addirittura non ne conoscono l’esistenza. Sarebbe auspicabile renderlo obbligatorio per chi fuma”.

Assonautica ha in corso il progetto “Adotta un portacenere” che prevede di responsabilizzare le persone, chiedendo loro di prendersi cura di uno o più portacenere installati nei pressi della loro abitazione o della loro attività lavorativa. In una prima fase, i portacenere sono bottiglie in plastica riciclate; in una seconda fase, dovrebbero essere sostituiti da barattoli in metallo. Le bottiglie-portacenere sono attualmente installate in Lungomare Matteotti, nel tratto dalla Torretta fino all’ingresso del cancello da cui si accede ai pontili di Assonautica dalle ex Funivie.

Assonautica continuerà a diffondere il messaggio “Tutti i tombini portano al mare” confidando che in molti lo comprendano. Basta un piccolo gesto per cambiare rotta: utilizzare un portacenere tascabile. “Con piccoli gesti si ottengono grandi cambiamenti se sono in molti a compierli,” come viene sempre riportato nelle locandine degli eventi di Assonautica legati a questo tema.

Dai commenti alle foto dell’evento pubblicate sui social, si comprende che la cittadinanza apprezza questo tipo di sensibilizzazione. Assonautica ringrazia i soci presenti all’evento, gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto Migliorini di Finale Ligure, oltre al dirigente scolastico che ha permesso la loro partecipazione.

Il progetto “Proteggiamo il mare” continua con i seguenti appuntamenti: 12 giugno sulle spiagge di Albissola Marina; 26 giugno sulle spiagge di Albisola Superiore; 12 luglio a Savona sulla spiaggia dello Scaletto delle Fornaci.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *