Attualità Genova

“Conosciamo il Mare”, l’iniziativa che insegna ai bambini a galleggiare e ad amare il mare

Questa mattina in corso Italia, nello spazio acqueo antistante i bagni San Nazaro, circa cinquanta bambine e bambini dell’ultimo anno delle scuole dell’infanzia comunali sono stati protagonisti della nuova edizione di “Conosciamo il Mare”.

 

L’iniziativa è stata ideata dall’assessorato alle Politiche dell’Istruzione per insegnare ai più piccoli ad amare e rispettare gli ecosistemi marini anche attraverso una piacevole prova di galleggiamento. Ad accompagnarli in questa esperienza i loro genitori e nonni insieme a bagnini ed istruttori qualificati.

 

Il progetto, divenuto un appuntamento consolidato e particolarmente apprezzato dalle famiglie, è stato reso possibile dal supporto del 5° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera di Genova e dalla collaborazione con Salvamento Nervi, Bagni Marina Genovese, Bagni San Nazaro, Sporting Club Corso Italia e Istituto Nautico San Giorgio. A tutti i piccoli partecipanti a questo “battesimo del mare” è stato consegnato un diploma di questa indimenticabile giornata.

 

A portare i saluti dell’amministrazione comunale è intervenuta l’assessore alle Politiche dell’Istruzione: «“Conosciamo il mare” è ormai diventato un bellissimo appuntamento fisso che saluta l’avvicinarsi dell’estate con l’incontro fra i bimbi delle nostre scuole dell’infanzia ed il mare che è parte dell’identità stessa della nostra città. Partecipare a questa iniziale esperienza di galleggiamento, con il supporto dei genitori e di operatori altamente qualificati, è un piacevole passo verso la scoperta di un mondo meraviglioso da valorizzare e da proteggere. Un’attività ludico-motoria in acqua che consente loro di acquisire sicurezza e fiducia in se stessi socializzando e relazionandosi con i loro coetanei e gli adulti. Ringrazio le famiglie dei piccoli coinvolti in questa esperienza per l’appoggio offerto, così come desidero rivolgere i miei apprezzamenti agli uffici comunali per il grande lavoro organizzativo svolto e a tutti i soggetti le cui disponibilità e competenze hanno contribuito a rendere speciale questa iniziativa anche quest’anno».

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *