Attualità Genova

Regione Liguria, oggi il Tavolo della Legalità contro la criminalità organizzata

Si è riunito nel pomeriggio, presso la Sala “Cristoforo Colombo” della Regione Liguria, come previsto dalla l.r. 7/2012, il Tavolo della Legalità per la Liguria.

Un’occasione per fare il punto della situazione sulla sicurezza urbana e sulla lotta alla criminalità organizzata, alla luce delle novità normative introdotte dalla l.r. 8/2022 e dalla l.r. 2/2024, per raccogliere gli input dai partecipanti utili a meglio indirizzare le politiche dell’amministrazione regionale – sottolinea l’assessore allo Sviluppo economico con delega alla Sicurezza della Regione Liguria, Alessio Piana – Grazie alle modifiche introdotte, non solo abbiamo strutturato un osservatorio regionale con cui redigiamo annualmente un report dedicato alla lotta alla criminalità organizzata che monitora il fenomeno sul territorio, ma abbiamo strutturato un capitolo di bilancio con cui destineremo risorse per accompagnare i comuni nel recupero dei beni confiscati alle mafie. Risorse che per l’annualità 2024 corrispondono a 600 mila euro e che, entro fine mese, declineremo in un bando dedicato”.

L’incontro odierno si è svolto nel segno del pro-attivismo dei partecipanti, che hanno portato alla luce del Tavolo esperienze e buone prassi già in essere, oltreché necessità su cui porre attenzione. Tra queste – aggiunge l’assessore – è emersa quella di sollecitare il tavolo politico e tecnico sulla governance del mondo degli appalti, la possibilità di fare formazione nel pubblico impiego in ambito di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata e di attivare iniziative di educazione alla legalità, che coinvolgano soprattutto la scuola e il mondo giovanile. Inoltre, sono stati evidenziati temi come quello dei minori che commettono reati e fenomeni sempre più diffusi come quello dell’usura, della contraffazione e dell’abusivismo in ambito commerciale che potremo prevedere di approfondire nelle prossime edizioni dei report regionali dell’osservatorio”.

Sul tema è intervenuta anche Sonia Viale, vice capogruppo della Lega in regione Liguria e componente eletto del Tavolo della legalità: “Grande partecipazione e sostegno di tutto il mondo produttivo e istituzionale oggi al Tavolo della Legalità della Regione Liguria convocato dall’assessore competente Alessio Piana . Sono stati trattati i temi più tradizionali legati alla legalità ed anche uno a me molto caro che riguarda i minori, un argomento che conosco bene essendo stata dal 2002 al 2006 vice capo dipartimento della giustizia minorile ed essendomi occupata in quel ruolo di devianza minorile. L’esperienza sul tema mi ha fatto capire che ciò che dobbiamo comunicare ai nostri ragazzi è che lo Stato c’é, non è assente. Partendo dall’ordine del giorno approvato all’unanimità dal consiglio regionale e dal caso di un minore “rilevato “ vicino ad associazioni di stampo mafioso nel ponente ligure , occorre vigilare perché in questi casi i giovani sono attratti non dal denaro ma perché sono in cerca di valori che non trovano in altri luoghi. Questo deve far scattare un campanello d’allarme. Una proposta di un focus per lavorare in sinergia con tra ANCI e uffici di giustizia minorile per proporre un patto tra scuola mondo del lavoro previo parere del Tribunale dei Minorenni potrebbe essere importante anche per sottoporre al ministero competente l’esigenza di rafforzare il sistema della giustizia minorile. Un lavoro articolato che potrebbe portare a un risultato importante per le nostre generazioni e il nostro futuro“.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *