Attualità Genova

Genova, Ansaldo: condannati gli operai. Fiom “difendevano i posti di lavoro”

Questa mattina è arrivata la sentenza che condanna 5 lavoratori Ansaldo per aver difeso il proprio posto di lavoro partecipando agli scioperi e alle manifestazioni dell’ottobre 2022. “SiamoTuttiAnsaldo è lo slogan che ha accompagnato le manifestazioni di quei giorni che hanno salvato posti di lavoro e una delle maggiori industrie genovesi. La Fiom Cgil ritiene la sentenza ingiusta e spropositata e sosterrà in appello i  compagni e i lavoratori raggiunti dalla sentenza”, concludono dal sindacato.

“In attesa di conoscere le motivazioni della sentenza, la Cgil, Genova e Liguria, esprime la propria solidarietà ai lavoratori Ansaldo che questa mattina hanno ricevuto la sentenza di condanna per gli episodi che risalgono alle manifestazioni dell’ottobre 2022. In quei giorni gli scioperi e le mobilitazioni ricevettero l’appoggio di tutta la città che si strinse attorno a lavoratrici e lavoratori costretti a scioperare e protestare per difendere il posto di lavoro e con esso un fiore all’occhiello del panorama industriale nazionale. La sentenza di questa mattina colpisce sia perché i fatti si svolsero in un  contesto di grande preoccupazione per il futuro di Ansaldo, superati grazie a quelle mobilitazioni, sia perché oggi si è consapevoli che, mentre dei lavoratori difendevano il posto di lavoro, c’era chi in città si adoperava per fare altro”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *