Attualità Genova

Genova, il progetto “A.A.C.cessible Culture” approda alla Città dei Bambini

Si chiama “A.A.C.cessible Culture:museums for everyone developing the Alternative Augmentative Communication Tools” il progetto europeo promosso dalla Cooperativa Solidarietà e Lavoro che da oggi  approda alla Città dei Bambini e dei Ragazzirendendo l’esperienza di visita più inclusiva anche per i ragazzi con deficit comunicativi e cognitivi.

 

Lo spazio-museo gestito da Costa Edutainment, che utilizza i “cinque sensi” come strumento per trasmettere conoscenze e divertirsi, guidando i bambini e i ragazzi in un vero e proprio viaggio alla scoperta di sé e del mondo attraverso l’esperienza diretta, presenta un ambiente tecnologico, colorato, contemporaneo, sorprendente anche negli allestimenti scenografici, privo di barriere architettoniche e interamente fruibile per tutte le tipologie di visitatori.

Da oggigrazie alle competenze acquisite in ambito educativo dalla Cooperativa  Solidarietà e Lavoro e attraverso il progetto Accessible Culture, promosso nel biennio 2021-2023 in qualità di capofila con la collaborazione di 6 partner internazionali, i giovani ospiti dell’experience museum con deficit cognitivi e/o comunicativi oppure di madre lingua non italiana potranno usufruire gratuitamente di strumenti di supporto alla visita che utilizzano le strategie della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA). Un linguaggio potenzialmente universale che permette di tradurre in simboli quanto normalmente verrebbe espresso tramite la parola scritta o il suono, consentendo il superamento delle barriere linguistiche.

Un approccio che si propone di offrire una modalità di comunicare alternativa a chi, oltre ad essere escluso dalla comunicazione verbale, presenta anche deficit cognitivi, più o meno severi. La CAA è “aumentativa” in quanto non si limita a sostituire o a proporre nuove modalità comunicative ma, analizzando le competenze del soggetto, indica strategie per incrementare le stesse, ed è “alternativa” in quanto si avvale di strategie e tecniche diverse dal linguaggio parlato.

Una attenta analisi delle peculiarità del percorso, che si basa sulla presenza e interazione con molteplici stimoli sensoriali e che si svolge in autonomia, ha permesso di selezionare gli strumenti ritenuti i più adatti:

– la Social Guide, un racconto visivo con foto e testi in alta leggibilità, per familiarizzare con la struttura, prevenire difficoltà dovute a barriere sensoriali e ad abbassare lo stress portato dall’approccio ad un luogo nuovo.

– una collana con piccole schede/card con simboli chiave per aumentare le possibilità di interazione e di espressione, da poter portare sempre con sé per fare richieste ed esprimere bisogni ed emozioni.

– degli storyboard per ciascuna sala della CdB, con la spiegazione in simboli dei contenuti di quell’area, data l libera fruizione degli spazi.

Il materiale sarà a disposizione delle famiglie su richiesta alla Reception e il personale di Solidarietà e Lavoro, impiegato alla Città dei Bambini e dei Ragazzi nei servizi di accoglienza visitatori e didattica, sarà a disposizione per ogni esigenza. Un ulteriore impegno per la Cooperativa Solidarietà e Lavoro, che opera in ambito turistico-museale da oltre 35 anni, per rendere il mondo della cultura sempre più aperto a tutti. Per informazioni: aacc@solidarietaelavoro.it.

L’adesione della Città dei Bambini e dei Ragazzi al progetto rientra nel più ampio percorso di attenzione e inclusione sociale di Costa Edutainment, società di gestione della struttura. L’azienda, che storicamente si avvale del supporto di cooperative sociali per molti servizi all’interno dell’Acquario di Genova e della Città dei Bambini e dei Ragazzi – accoglienza, biglietteria, didattica, pulizie – affianca sempre di più all’attività consolidata di conservazione, ricerca e tutela ambientale, anche un forte impegno sul fronte sociale attraverso progetti che mirano a diminuire e combattere disuguaglianze e discriminazioni di ogni genere, rendendo i percorsi delle proprie strutture facilmente accessibili e fruibili a tutti e offrendo esperienze emozionanti e ad alto valore aggiunto a qualunque tipo di visitatore.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *