Cultura e Spettacoli Genova

Genova entra nei “Sentieri della Musica per promuovere e valorizzare i giovani talenti”

Genova aderirà al patto di amicizia “I sentieri della Musica-Un viaggio tra le imprese creative”, il progetto sostenuto da Rai Radio 1, per promuovere e valorizzare, con azioni di sinergia e di marketing territoriale, i giovani talenti nati e cresciuti nei territori che hanno dato i natali ad artisti e cantautori che hanno fatto la storia della musica italiana. Al progetto, oltre a Genova, città di De Andrè e molti altri, hanno manifestato volontà di aderire altri Comuni, tra cui Cortona (Jovanotti) in provincia di Arezzo, Ronciglione (Mengoni) in provincia di Viterbo, Poggio Bustone (Battisti) in provincia di Rieti, Molfetta (Caparezza e Gio Evan) in provincia di Bari, Lagonegro (Mango) in provincia di Potenza e Zocca (Vasco) in provincia di Modena. L’obiettivo è di portare avanti nuove interlocuzioni per allargare la rete delle amministrazioni comunali coinvolte.

«Tutti i Comuni coinvolti nel progetto hanno dato i natali a cantautori e grandi artisti contribuendo al successo della canzone d’autore – dichiara l’assessore alle politiche giovanili e Marketing territoriale – Genova è stata invitata ad aderire al progetto per aver dato i natali a Fabrizio De Andrè, a Lauzi, Paoli, Fossati, Bindi solo per citarne alcuni, fino ai giorni nostri con Alfa e Olly e molti altri giovani emergenti, nuovi interpreti della scena musicale giovanile rap e trap, continuatori della tradizione ma al tempo stesso innovatori e protagonisti di una nuova scuola genovese. Creare un circuito tra le città della musica italiana contribuirà a scoprire nuovi talenti, sostenerli nella propria creatività, dare loro visibilità a livello nazionale, creando anche un calendario di iniziative congiunte che stimolino gli scambi e le collaborazioni tra artisti e territori».

Il progetto è stato lanciato al Tic Festival nei giorni scorsi a Terni dal conduttore e giornalista radiofonico Ivan Cardia, ideatore dei Sentieri della Musica.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *