Albenga Attualità

Albenga, il Liceo “Bruno” protagonista a New York al “Model United Nations”

Venticinque studenti con straordinarie capacità di leadership, negoziazione e diplomazia: così Albenga ha conquistato New York.

Lo ha fatto grazie al liceo “G. Bruno”, recentemente protagonista di un importante successo nel mondo del Model United Nations (MUN) nella Grande Mela dove i giovani liceali ingauni, sotto la guida della professoressa Alda Raimondo, hanno partecipato al progetto Muner, vincendo il prestigioso premio “Best Medium Delegation Award 2024”, consegnato direttamente dalla GCMUN delle Nazioni Unite (Global Citizens Model United Nations).

Il Model United Nations è un’attività educativa che mira a simulare le Nazioni Unite, consentendo agli studenti di assumere il ruolo di delegati e di partecipare a dibattiti e negoziazioni su questioni di importanza globale, offrendo  agli studenti l’opportunità di sviluppare competenze come la ricerca, la negoziazione, la leadership e la diplomazia, oltre ad approfondire la conoscenza degli affari internazionali.

Il progetto Muner del liceo “Bruno” ha riscosso un successo straordinario, dimostrando l’impegno, la dedizione e l’abilità di questi venticinque studenti. Essi hanno lavorato instancabilmente per prepararsi alle diverse competizioni e rappresentare la scuola in modo impeccabile. Hanno partecipato a importanti conferenze MUN a livello nazionale e internazionale, dimostrando una profonda conoscenza delle questioni globali e una straordinaria capacità di persuasione e negoziazione.

Dieci di loro hanno inoltre ricevuto il riconoscimento individuale “Honorable Mention”.

La vittoria del premio Best Medium Delegation 2024 è testimonianza del talento e del duro lavoro di questi studenti – affermano dal liceo – La loro preparazione accurata, le argomentazioni convincenti e la capacità di lavorare come squadra hanno impressionato la giuria e i partecipanti alle conferenze MUN. Oltre al successo nel MUN, il progetto Muner ha creato un ambiente di apprendimento stimolante e collaborativo per tutti gli studenti coinvolti. Hanno imparato a lavorare insieme, ad ascoltare le idee degli altri e a trovare soluzioni comuni. Le competenze sono fondamentali per il successo nella vita e nella carriera, e il MUN ha fornito loro una piattaforma ideale per svilupparle“.

Inoltre – continuano – ha offerto occasioni di incontrare grandi personaggi come Martin Luther King III, figlio del celeberrimo omonimo attivista per i diritti umani tragicamente scomparso, che ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza personale di figlio e uomo. Il Liceo G Bruno ha svolto un ruolo fondamentale nel supportare e incoraggiare i suoi studenti in questa importante esperienza“.

Insieme alla preside Simonetta Barile, tutti i docenti dedicano quotidianamente tempo ed energia per guidare e preparare gli allievi, insegnando loro le competenze trasversali necessarie per eccellere nel mondo in generale e nel mondo del MUN.

In conclusione, i venticinque studenti del liceo “Bruno” che hanno vinto a New York il premio Best Medium Delegation 2024, sono un esempio di eccellenza e impegno. “Hanno dimostrato di possedere le competenze necessarie per affrontare le sfide globali e per fare la differenza nel mondo. Il liceo Bruno può essere estremamente orgoglioso dei suoi studenti eccezionali e del loro successo nel MUN” concludono dall’istituto ingauno.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *