Attualità Genova

“Noi siamo ciò che mangiamo” Mercoledì 27 marzo al Centro Commerciale della Fiumara

Il Centro Commerciale Fiumara apre le porte ai corretti stili di vita con un incontro aperto alla cittadinanza su alimentazione e benessere. Due gli specialisti Asl3 che dalle 15.30 alle 17.30 dialogheranno con il pubblico in una area dedicata al piano terra (zona ristorazione): il dott. Giovanni Careddu, Diabetologo della S.C. Diabetologia e Malattie Metaboliche Asl3, e il dott. Roberto Rosselli, Dirigente Professioni Sanitarie della Prevenzione Asl3.

Focus dell’evento – promosso dal Dipartimento Educazione a corretti stili di vita Asl3, in collaborazione con il Centro Commerciale Fiumara – l’importanza di una cultura alimentare basata sulla conoscenza e l’equilibrio per favorire uno stile di vita sano e contribuire alla longevità e al benessere generale.

“Il nostro Dipartimento – spiega Luigi Carlo Bottaro, Direttore Generale Asl3 e Presidente di Federsanità Liguria – è il primo in Italia a occuparsi in maniera specifica di questi temi. Attraverso una costante e mirata interazione con la popolazione e un linguaggio chiaro supportiamo i cittadini ad adottare e intraprendere corretti stili di vita. Si tratta di una rivoluzione culturale, mirata a innalzare l’età media libera da malattie, oggi di 55 anni, aumentando l’aspettativa di vita sana e ottimizzando nel contempo le risorse del Servizio Sanitario pubblico. La partnership con il Centro Commerciale Fiumara, che ringrazio – conclude Bottaro – ci offre la possibilità di incontrare la popolazione in luoghi non strettamente sanitari, situazione già sperimentata con successo nei supermercati genovesi in occasione delle vaccinazioni”.

“La necessità di parlare di alimentazione – aggiunge Gianni Testino, Direttore del Dipartimento Educazione a corretti stili di vita Asl3 – nasce dai dati liguri: circa 400mila persone sono in sovrappeso (stima PASSI-ISS), in particolare i nostri giovani si alimentano scorrettamente. Dal report Asl3 emerge che tra 9-11 anni l’11% non consuma mai frutta e non fa sport, tra 12-13 anni il 10% non consuma mai frutta e il 22% non fa mai sport, tra i 14-15 il 20% non consuma mai frutta e il 40% non fa mai sport: una percentuale che sale ancora tra i 16-17 anni, fascia d’età in cui il 20% dei ragazzi non consuma frutta e il 43% non fa sport. Proprio per questo – conclude Testino – acquisire semplici e concrete informazioni su come alimentarsi nella quotidianità può migliorare la qualità di vita nel breve-medio termine e prevenire patologie metaboliche, cardiovascolari ed oncologiche”.

“Quando ci è stato presentato il progetto – afferma Salvatore Cezza di Cushman & Wakefield, Shopping Center Manager di Fiumara – abbiamo immediatamente accolto con entusiasmo l’iniziativa perché crediamo nella funzione del Centro Commerciale come luogo di aggregazione sociale e, per questo, ci siamo messi a disposizione della Asl3 per offrire uno spazio accogliente nella nostra struttura. Le iniziative di ingaggio del territorio organizzate da Asl3 per la prevenzione della salute e per la diffusione dei corretti stili di vita – prosegue Cezza – coincidono con la nostra attenzione verso iniziative che portano valore alla collettività. Infatti lavoriamo da tempo ad un programma di attività finalizzato a valorizzare la sostenibilità ambientale e sociale di Fiumara offrendo un’esperienza ai nostri clienti e frequentatori sempre più completa anche in termini di servizi. Ci auguriamo che la collaborazione con Asl3 prosegua e di poter contribuire alla diffusione di messaggi di questa importanza”.

L’evento è gratuito e ad accesso libero.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *