Attualità Genova

Genova, al via la riqualificazione di Villa Lercari Sauli e Palazzo Grimaldi

Via libera alla riqualificazione di due palazzi storici nel quartiere di Sampierdarena. Nell’ultima riunione di giunta, su proposta del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi, sono stati approvati i progetti definitivi per la riqualificazione di Palazzo Grimaldi detto “La fortezza” e di Villa Lercari Sauli detto “La Semplicità”.
«Sono due interventi che hanno ottenuto il finanziamento del Pnrr per un totale di circa 5,1 milioni di euro – spiega il vicesindaco Piciocchi – la riqualificazione, che tiene conto delle originarie strutture, valorizzerà due palazzi bellissimi del nostro patrimonio artistico e architettonico e li restituirà, con valenza sociale, aggregativa e culturale al quartiere di Sampierdarena e in generale alla città, dopo anni di degrado e abbandono».
Il progetto di Villa Lercari Sauli, con un finanziamento di 1,3 milioni di euro del Pnrr, comprende il recupero dei locali al piano terra per la realizzazione di spazi per attività didattiche, con annessa caffetteria. Il Palazzo della Fortezza, con un intervento da 3,8 milioni di euro, prevede la rifunzionalizzazione dei piani terra e nobile, oltre che dell’ammezzato, compresi i saloni. «I progetti – spiega l’assessore al Patrimonio Francesco Maresca – prevedono anche la tutela e la valorizzazione delle caratteristiche architettoniche dei palazzi, autentici gioielli che saranno restituiti alla cittadinanza. Il valore del patrimonio storico e artistico dei nostri palazzi e ville è un punto di forza importante per la nostra città: l’interesse che abbiamo riscontrato al Mipim di Cannes in questi giorni da parte di tantissimi investitori privati sulle nostre ville storiche è la dimostrazione delle enormi potenzialità del nostro patrimonio che, se valorizzato come stiamo facendo grazie alle risorse del Pnrr, può diventare un volano di sviluppo per nuove attività e per la socialità dei nostri quartieri».

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *