Attualità Genova

Cannes, MIPIM 2024: Genova 20230, svelata la città del futuro

È un bilancio positivo quello della presenza al Mipim di Cannes del Comune di Genova.
 Il Marché international des professionels de l’immobile, che si chiude oggi nella città della Costa Azzurra, ha visto la partecipazione dell’amministrazione comunale con uno stand nel padiglione Riviera 9 al Palais des Festivals e des congrés. Oggi la visita del sindaco Marco Bucci che, insieme al presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, ha illustrato “Genova 2030:la città del futuro” a una platea interessata di investitori e addetti ai lavori della finanza, dell’immobiliare e del real estate.
 “Genova si candida a diventare la città di riferimento per la portualità per il sud del Mediterraneo, con una forte vocazione internazionale con nuove infrastrutture che la collegheranno in meno di un’ora a Milano, con un alta qualità di vita e con un mercato immobiliare che vedrà raddoppiati i valori, una volta concluse le grandi trasformazioni in atto – ha detto il sindaco Bucci durante la presentazione, illustrando il plastico in esposizione allo stand di Genova – C’è un grande interesse, che ha superato le aspettative, da parte degli addetti ai lavori che hanno visitato, molto numerosi, lo stand del Comune di Genova e visto il plastico. Un grande interesse per la nostra città che ha una vocazione multicentrica e poliedrica, dall’industria al turismo, dalla logistica all’alta tecnologia. Abbiamo riscontrato un grande interesse da parte di investitori internazionali soprattutto sul settore alberghiero, visti i grandi investimenti su turismo e crociere, e sul comparto dell’hightech per la presenza dei cavi sottomarini e dell’hub digitale. Molta attenzione è emersa anche sugli student housing, collegati all’università”.
Il sindaco Bucci ha anche annunciato che il plastico 6 per 3, sarà nei prossimi giorni esposto a Palazzo Tursi e visitabile al pubblico. 
“Ringrazio i costruttori del plastico, che è stato molto apprezzato e rappresenta un unicum rispetto agli altri plastici presenti al Mipim perché dà l’idea della città del futuro, completa, dal mare all’entroterra con una superficie verde del 73%”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *