Genova Sport

Calcio, la Sampdoria ripiomba nel baratro: al “Ferraris” passa anche la Cremonese

La sconfitta subita contro la Cremonese dimostra tre cose: la prima è che la Sampdoria non può assolutamente pensare ai play off ma deve badare a non finire in Serie C, sbaglia- di conseguenza- chi continua a fare i conti in classifica e ad ipotizzare un ingresso nelle prime 8 posizioni, questa squadra non ha le forze tecniche e probabilmente neppure quelle societarie, per ambire a traguardi più ambiziosi; la seconda è che è scandaloso che la Sampdoria abbia un rendimento così pessimo in casa dove non vince da due mesi e mezzo e dove chiunque riesce a fare punti, non a caso il 70% dei punti conquistati sono arrivati in trasferta, la sconfitta di questa sera scrive il record negativo assoluto di sconfitte casalinghe nella storia del club blucerchiato; terzo, la Cremonese è squadra di un altro pianeta rispetto alla mediocre compagine allenata da Andrea Pirlo. Fatte queste premesse è persino incredibile che la Cremonese, che si giocherà la promozione fino all’ultima giornata, abbia impiegato 70′ per mettere al sicuro una gara che avrebbe meritato di stravincere, più di quanto lo striminzito 1-2 lasci immaginare. La Samp, oltre al goal di Ghilardi arrivato in risposta a quello di Johnsen siglato dopo 5′ con un gran tiro da fuori area, non ha creato praticamente nulla, se non un colpo di testa di Barreca nel finale di pochissimo a lato, soffrendo per lunghi tratti la maggior caratura tecnica della squadra allenata da Giovanni Stroppa. Nella ripresa la rete decisiva arriva quasi casualmente dopo un batti e ribatti in area al 25′ per opera di Falletti ma i grigiorossi prima gettano via almeno 4 occasioni nitidissime neutralizzate da un grandissimo Stankovic, migliore elemento in campo. Poi, una volta subita la rete dell’1-2, la squadra blucerchiata non è più riuscita neppure ad avvicinarsi all’area di rigore lombarda evidenziando tutti i propri ed allarmanti limiti che- i tifosi si augurano-non siano tali da costare la salvezza. Questa sconfitta cancella la boccata di aria pulita colta a Cosenza e riprecipita la squadra nel baratro. La Cremonese, in attesa della gara del Venezia, si gode il secondo posto insieme al Como e alle spalle di un Parma un po’ zoppicante.

Sampdoria-Cremonese 1-2

Reti: 5′ Johnsen (C); 12′ Ghilardi (S); 70′ Falletti (C)

SAMPDORIA (3-5-2): Stankovic; Piccini, Ghilardi, Gonzalez; Giordano (83′ Barreca), Darboe, Yepes, Benedetti (54′ Askildsen), Depaoli (73′ Girelli); De Luca, Alvarez (83′ Ntanda).
A disp.: Tantalocchi, Ravaglia, Verre, Conti, Alesi, Leoni, Pozzato.
All.: Andrea Pirlo

CREMONESE (3-5-2): Jungdal; Antov, Ravanelli, Lochoshvili; Zanimacchia (79′ Ghiglione), Pickel, Majer, Johnsen, Quagliata; Falletti (79′ Vazquez), Tsadjout (58′ Coda).
A disp.:
 Saro, Livieri, Marrone, Ciofani, Afena-Gyan, Bianchetti, Della Rovere, Rocchetti, Abrego.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *