Cronaca Genova

Genova, altro chiosco irregolare chiuso nel Medio Levante

Nell’ambito dei controlli relativi ai posti fuori mercato, richiesti dalla Direzione Commercio su indicazione dell’Assessorato al Commercio, il personale del Reparto Sicurezza Urbana Nucleo Commercio e Nucleo Antidegrado ha effettuato un controllo, analogo a quello della giornata di ieri, presso un altro operatore posizionato nella zona del Municipio Medio Levante accertando che la ditta individuale stava fiscalizzando con una partita iva intestata a una cittadina straniera, partita iva differente da quella indicata nella concessione del posteggio risultante invece essere di una società.

La normativa equipara infatti l’esercizio del commercio su area pubblica al posto del concessionario all’esercizio senza autorizzazione e per tale violazione sono previsti 5000 euro di sanzione e il sequestro della merce.
In questo caso, infatti, la merce – consistente in 143 casse di frutta e di verdura e di 7 sacchetti di prodotti ortofrutticoli – è stata sequestrata e successivamente devoluta a scopi benefici a una onlus di Cornigliano.

Dagli accertamenti, è stato riscontrato che la persona presente al momento e addetta alla vendita non era in grado di mostrare né un contratto di lavoro con chi stava fiscalizzando né l’ultima busta paga: la situazione, pertanto, è stata segnalata al competente Ispettorato del lavoro.

Le misurazioni effettuate dell’ingombro del banco hanno evidenziato una superficie maggiore di quella indicata nella concessione. Anche in questo caso, come in quello di ieri in Piazza Verdi, il posteggio si presentava dotato di strutture di tipo non immediatamente rimovibile, quali pedana rialzata e pareti in legno con scaffalature in legno fissate a tali pareti.

Infine, la zona di vendita era stata ampliata, ponendo strutture, quelle sì rimovibili, esterne al perimetro quali scaffali, allo scopo di effettuare l’esposizione esterna di merce.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *