Cronaca Genova

Genova, irregolarità su una nave battente bandiera liberiana: intervento della Guardia Costiera

È stata sottoposta a fermo amministrativo la nave “Oil/Chemical Tanker”GOLDEN AFRICA, di circa 1220 tonnellate di stazza, battente bandiera Liberiana, in servizio dal 2011, a seguito di un’ispezione da parte di un team di ispettori della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Genova (c.d. ispettori Port State Control), operanti nell’ambito del Memorandum di Parigi del 1982 sul controllo dello Stato di approdo, il quale prevede appunto approfonditi controlli tecnico-operativi a bordo delle navi che scalano i porti europei.

Prima di ripartire dal porto, pertanto, oltre a dover eseguire le riparazioni del caso e rettificare tutte le criticità rilevate, la nave sarà sottoposta a verifica da parte delle autorità della propria bandiera e del registro di classificazione.

“Grazie alla consolidata esperienza del nostro personale ispettivo, e in applicazione degli efficaci strumenti vigenti in Unione Europea in materia di ispezioni sulle navi che scalano i nostri porti–sottolinea il Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Piero Pellizzari–,abbiamo sottoposto a fermo una navecon obbligodi rettificare tutte le irregolarità prima della partenza, e di garantire nel contempo al suo equipaggio, composto da professionisti che svolgono il difficile e complicato lavoro del marittimo, migliori condizioni di vita e di sicurezza sul lavoro, conformemente a quanto prevedono le regole dettate dalle Convenzioni internazionali in ordine al benessere del personale di bordo ed alla sicurezza della nave stessa. È  essenziale assicurare che i traffici marittimi siano effettuati nel rispetto degli standard previsti, a tutela della sicurezza della navigazione e della competitività, e a protezione dell’ambiente marino e costiero.”

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *