Attualità Savona

Ecco la nuova organizzazione territoriale della diocesi di Savona-Noli

La diocesi di Savona-Noli si dà una nuova organizzazione pastorale dopo la conclusione del Sinodo. Le zone saranno una struttura leggera e duttile e ognuna dovrà configurarsi tenendo conto della specificità del territorio, con l’obiettivo di dare un respiro più grande ad alcuni settori della pastorale. Per realizzare questo obiettivo il vescovo nominerà un presbitero referente che si avvarrà di un Consiglio di Zona formato da almeno tre persone.

Già nella mia seconda lettera pastorale dell’8 settembre 2018 scrivevo che una Chiesa generativa è chiamata a distinguere i diversi livelli del suo agire (parrocchiale, zonale e vicariale, diocesano)“, ha detto il vescovo Calogero Marino.

Insieme abbiamo scelto di non sopprimere, almeno per ora, alcuna parrocchia. Non si può però escludere che in futuro siano necessari alcuni accorpamenti, che saranno decisi caso per caso con il coinvolgimento delle comunità. Rimangono anche le quattro vicarie, che potranno essere soprattutto luoghi di confronto e amicizia fra presbiteri“.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *