Attualità sassello

Turismo, Nell’entroterra savonese 24 comuni firmano protocollo di intesa per la creazione di un brand territoriale

Il 5 dicembre 2023 è stato firmato un protocollo d’intesa che coinvolge 24 comuni del territorio: una collaborazione territoriale per promuovere il turismo nell’entroterra savonese. Il progetto di rete promulgato dalla Valbormida e Valle Erro mira a potenziare la rete sentieristica locale, eseguendo migliorie su oltre 200km di sentieri che prevedono un itinerario a forma di circuito che collega i diversi comuni. Un progetto nato mesi fa, con la creazione di un gruppo di lavoro che ha visto sindaci e professionisti collaborare per superare le fasi preliminari e ottenere il finanziamento regionale, previsto ufficialmente nell’inizio del 2024. L’obiettivo è proprio quello di valorizzare la rete locale paesaggistica e naturale andando a creare un vero e proprio brand turistico territoriale, con tanto di logo presentato per l’occasione e creato dallo Studio Grafico di Erica Guerrieri. Lo slogan è “Onde di Emozioni”.

Marcello Grenna e Antonio Ciotta, Presidente e Direttore di Coldiretti Savona, commentano così la notizia: “Siamo molto contenti di vedere la firma ufficiale del protocollo d’intesa: è questo il modo più completo e concreto di fornire nuova linfa vitale a un territorio pregno di ricchezza paesaggistica, ambientale e culturale.” I territori delle Valli del Bormida e dell’Erro sono luoghi affascinanti e ricchissimi di potenziale, che necessitano però di un miglioramento delle infrastrutture, della segnaletica, delle aree attrezzate e della sosta per i camper. Nel progetto, a cui servirà un investimento pari a circa 1 milione di euro, sono state inserite anche progettazioni innovative che mirano a incentivare il turismo sostenibile, come le colonnine per ricaricare le E-bike.

“Crediamo inoltre che questo segnale positivo territoriale possa dare la giusta visibilità anche alle imprese agricole che ne gravitano intorno; scoprire i prodotti a km0, visitare le aziende e degustarne i prodotti tipici sono tutte attività che rientrano perfettamente in un’idea di turismo culturale che non lascia niente al caso e porta il turista a conoscere realmente la terra che ha la fortuna di visitare,” aggiungono Grenna e Ciotta.

I comuni coinvolti nel progetto sono: Altare, Bardineto, Bormida, Cairo Montenotte, Calizzano, Carcare, Cengio, Cosseria, Dego, Giusvalla, Mallare, Massimino, Millesimo, Mioglia, Murialdo, Osiglia, Pallare, Piana Crixia, Plodio, Pontinvrea, Quiliano, Roccavignale, Sassello e Urbe, con capofila il comune di Millesimo.

“Fare rete è sempre il primo passo, quello essenziale che ci dimostra di star camminando nella s

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *