Cronaca Savona

Savona, continua l’incisiva l’attività di controllo del territorio delle Volanti nello scorso fine settimana

Nell’ottica del costante potenziamento dei servizi di prevenzione disposti dal Questore di Savona al fine di garantire a tutti i cittadini una città più sicura e realizzati quotidianamente dalle Volanti, ieri sera i poliziotti hanno arrestato un quarantunenne, con l’accusa di violenza e lesioni a Pubblico ufficiale, mentre nel pomeriggio, in un altro episodio è stato denunciato un trentacinquenne con l’accusa di rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nella tarda serata di ieri, i poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti nella zona del lungomare, dove era stata segnalata una persona intenta a colpire alcune autovetture in sosta. Giunti sul posto gli operatori hanno individuato il soggetto in compagnia del proprio cane, persona già nota alle Forze dell’Ordine che, dopo un controllo, è stato trovato in possesso di tre coltelli, un piede di porco ed un paio di forbici da elettricista nascosti nel suo zaino. Condotto in Questura l’uomo, dopo aver mostrato primi segni di insofferenza, si è scagliato contro gli operatori ed ha anche aizzato il proprio cane che ha morso ad una gamba un poliziotto. Con il suo comportamento e per la detenzione di coltelli e del piede di porco, il soggetto è stato arrestato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che lo giudicherà con rito per direttissima nella mattinata. Il cane, invece, è stato affidato al servizio veterinario.

Sempre nel pomeriggio, in un noto centro commerciale, un uomo, dopo aver rubato alcune bottiglie di superalcolici, occultate all’interno del suo zaino, ha spintonato gli addetti alla vigilanza nel tentativo di guadagnarsi la fuga. Due poliziotti, liberi dal servizio, hanno assistito alla scena e, pur non riuscendo a bloccare l’uomo, sono riusciti a recuperare la refurtiva e restituirla all’esercizio commerciale. La fuga è durata poco: l’uomo, infatti, è stato intercettato poco dopo dagli agenti delle Volanti e per lui è scattata la denuncia all’A.G. con le accuse di rapina impropria e resistenza a P.U.

Si evidenzia che i provvedimenti adottati in questa fase non implicano la responsabilità dell’indagato sino al definitivo accertamento di colpevolezza che potrà avvenire solo con sentenza irrevocabile.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *