Cronaca Loano

Loano, individuate le due persone responsabili dei furti commessi nei giorni scorsi

Gli agenti della polizia locale di Loano hanno individuato le due persone, un uomo e una giovane donna, ritenute essere i responsabili di furti e borseggi avvenuti a luglio sia nella città dei Doria che nei comuni limitrofi.

I due sono stati individuati lo scorso 26 luglio tra corso Europa e via Cesarea a Loano. I loro volti erano già noti alle forze dell’ordine in quanto i loro “colpi” erano stati immortalati dalle telecamere di videosorveglianza.

Gli operatori hanno tentato di fermarli per procedere alla loro identificazione. Alla vista delle divise, però, il ragazzo si è dato immediatamente alla fuga; la ragazza, invece, non si è allontanata ma ha cercato di nascondere una borsa da donna che aveva con sé. Alle richieste di spiegazioni da parte degli agenti, la giovane ha spiegato di aver ritrovato la borsa vicino ad un bidone della nettezza urbana borsa; questa in realtà, apparteneva alla dipendente di un esercizio commerciale nelle vicinanze ed era stata sottratta poco prima da dietro il bancone.

Al fine di riscontrare la veridicità delle generalità rese dalla ragazza (minorenne, straniera e senza documenti) gli agenti hanno contattato il Pm di turno presso la Procura dei Minori di Genova e poi l’hanno accompagnato presso la Questura di Savona per i rilievi fotosegnaletici e dattiloscopici. Espletate tutte le formalità, il Pm ha disposto che la ragazza (in quanto minorenne non accompagnata) fosse affidata ai genitori, giunti nel frattempo dall’Emilia Romagna.

Nel corso della mattina si è proceduto a raccogliere le denunce di furto e rapina sporte da diversi titolari di esercizi commerciali presso i quali i due avevano colpito nei giorni precedenti, come detto proprio sotto gli occhi della videosorveglianza che li ha immortalati. Tra i “colpi” messi a segno, il furto di gratta e vinci presso un tabacchino e il tentativo di rapina di un bracciale ai danni di una albergatrice.

La proprietaria della borsa trovata addosso alla ragazza la mattina del fermo ha sporto denuncia: la donna ha potuto recuperare tutti i suoi effetti personali in quanto i ladri sono stati fermati dagli agenti prima che potessero ispezionare il contenuto della borsa.

Sono in corso indagini per verificare l’identità del ragazzo che si è dato alla fuga, che nei giorni precedenti era stato visto alla guida di un veicolo del quale è stata annotata la targa per le opportune verifiche.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *