Albenga Politica

Asfalti e aiuti alla persona. Albenga destina l’avanzo di bilancio al sociale

Albenga continua a investire per il rifacimento dei piani viari e sul sociale.

Il focus ieri sera, mercoledì 26 luglio, in consiglio comunale per l’approvazione dell’assestamento del bilancio.

Spiega l’assessore al bilancio Silvia Pelosi: “Tra le variazioni effettuate grazie alla collaborazione dei dirigenti, uffici comunali e Amministrazione voglio sottolineare i 380 mila euro destinati al rifacimento dei piani viari.

Quest’Amministrazione continua a investire per il rifacimento di marciapiedi e asfalti su tutto il territorio.

Ricordo il Piano Asfalti da un milione e mezzo di euro, ma anche interventi importanti come via Papa Giovanni e via Trieste e molto altro.

Siccome le necessità sono molte in un territorio ampio e complesso come il nostro abbiamo deciso di destinare una importante parte dell’avanzo libero su questa tematica”.

Per quel che riguarda il sociale l’assessore Pelosi non ha risparmiato attacchi al Governo sul tema migranti: “Importante la variazione prevista per le esigenze legate ai servizi sociali.

Abbiamo dovuto aumentare la voce relativa all’assistenza dei minori in comunità di 70 mila euro. Questo perché i minori aumentano anche in conseguenza dell’aumento degli sbarchi (i dati del Ministero dell’Interno parlano chiaro: nel 2021 al 30 di giugno – 27.474 sbarchi, nel 2022 al 30 di giugno – 37.874, nel 2023 al 30 di giugno siamo già arrivati a 87.487 arrivi).

Questo è frutto di una politica insensata basata su slogan urlati nel momento in cui chi attualmente ci governa era all’opposizione, ma che, invece, evidentemente non sono serviti a niente. Ad oggi la politica applicata è assolutamente inadeguata a un fenomeno sociale come quello delle migrazioni che viene riversato, invece sui Comuni”.

“Sempre sul sociale – continua l’assessore Pelosi – abbiamo assegnato 60 mila euro ad Arte per la ristrutturazione di alloggi assegnati a meno abbienti e altri 56 mila euro per l’aiuto alla persona”.

Sul tema entra nel merito anche l’assessore Marta Gaia: “Il Governo ha tolto i fondi per affitti e morosità incolpevoli. Saputo di tale provvedimento abbiamo provveduto ad aumentare di 56 mila euro gli aiuti alla persona al fine di poter dare una risposta ai cittadini che, da qui a fine anno, ci chiederanno aiuto.

I Comuni sono stati lasciati in prima fila e da soli ad aiutare le persone.

Il Governo, mentre ovviamente non ha evidenziato di aver cancellato il fondamentale contributo agli affitti, ha gridato a gran voce all’introduzione della carta solidale senza specificare però che questa prevede un contributo di 380 euro ANNUI per la spesa.

Tale contributo è inoltre limitato a persone con determinate caratteristiche (tra queste l’avere un ISEE sotto i 15 mila euro e non beneficiare di altri contributi). Ad Albenga hanno avuto diritto alla carta solidale ben 403 nuclei famigliari.  Questo è un dato significativo che evidenzia una situazione complessa che stiamo cercando di affrontare al meglio”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *