Attualità Economia Genova e provincia

Hi-Lex Italy si aggiudica Jaguar Land Rover e avvia la produzione di tre nuove commesse

Dopo i quattro progetti acquisiti negli ultimi mesi del 2022, anche in questo inizio anno Hi-LexItaly si è aggiudicata una nuova commessa:Jaguar Land Roverentra infatti per la prima volta a far parte del portafoglio clienti della sede italiana della multinazionale giapponese.

“Lavoriamo su questo progetto da luglio 2021” – racconta Giovanni Esposito, Key Account Manager di Hi-LexItaly“nel corso di questi mesi siamo riusciti con competenza, tenacia e forza di volontà a dimostrare di essere un partner affidabile capace di sviluppare un alzacristalloadatto alle esigenze di Jaguar. Non forniamo prodotti standard, ma quello che progettiamo e realizziamo è cucito sulle richieste specifiche del cliente sia dal punto di vista del design, che della qualità dei materiali e della componente tecnologica. Jaguar ha scelto di affidarsi a noi in una fase storica di transizione per il marchio inglese, verranno infatti presentati una serie di modelli totalmente elettrici sviluppati su una nuova piattaforma”.

In seguito all’accordo sancito a metà febbraioHi-Lex e Jaguarintraprenderanno un percorso di progettazione che culminerà con l’avvio della produzione degli alzacristalli. Se questaacquisizione è ancora alla fase iniziale, tre nuovi progetti – Iveco Daily, Maserati GranCabrio e Jeep Avenger–stanno arrivando in produzione in queste settimane.

“Si tratta di commesse con processi molto differenti tra loro, questo sottolinea la grande duttilità e capacità di Hi-LexItaly di adattarsi alle esigenze del cliente” – spiega Giorgio Sgrignani, Plant Operations Manager. “Il segmento delle vetture sportive comporta un processo che prevede una parte di lavoro umano predominante, in cui servono competenze e profonde capacità manufatturiere.Questa è un’eccellenza del nostro stabilimento riconosciuta da tutto il gruppo. Altri progetti necessitano invece di una totale riprogettazione delle linee produttive e una diversa formazione degli operatori”.

Con l’entrata a pieno regime di questecommesse si prevede da marzo un aumento del 20% della produzione di alzacristalli nella sede chiavarese.

 

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *