Attualità In Primo Piano Savona

Savona, Villa Zanelli: lavori conclusi a marzo 2023

Sono in via di conclusione i lavori di recupero di Villa Zanelli, lo storico edificio, perla del Liberty ligure e italiano, che Regione Liguria tramite ARTE sta recuperando per realizzare un hotel di pregio affacciato sul mare e la spiaggia: a marzo 2023 saranno completati gli ultimi dettagli per quanto riguarda la struttura della villa, per la quale sono state terminate le opere edili e quelle impiantistiche.

“Villa Zanelli, in passato colpevolmente abbandonata a se stessa, è l’esempio di come si possano portare avanti importanti interventi di recupero urbano, restituendo un capolavoro alla città – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -. E’ stato un lavoro impegnativo e lungo. Basta visitare la villa per capire con quale delicatezza e professionalità sia stato recuperato uno dei gioielli Liberty del Mediterraneo. Oggi restituiamo questo splendido manufatto alla città di Savona, grazie ad un recupero conservativo di straordinaria qualità che permetterà anche di offrire alla città nuovi servizi legati all’ospitalità e sappiamo quanto la Liguria abbia bisogno di aumentare la qualità della propria offerta turistica. Questo immobile potrà essere utilizzato sia come sede per mostre o manifestazioni pubbliche, che per ospitare turisti o persone che capitano per lavoro o affari nella nostra regione, grazie a questo investimento che ha perciò una sua poliedricità importante. Un intervento atteso da anni dalla città di Savona che, finalmente, si concretizza”.

“Villa Zanelli è uno straordinario modello di architettura Liberty – spiega l’assessore all’Urbanistica Marco Scajola -, che grazie ad un ingente sforzo economico di Regione Liguria ed ARTE Genova, è stata riqualificata, non solo in un’ottica turistica, ma anche con la volontà di restituire un immobile storico di pregio ai cittadini. Verra infatti aperto il museo e sarà accessibile il parco storico. Un ingente intervento di rigenerazione urbana che avrà un effetto domino su tutto il comprensorio. Un lavoro sinergico tra Regione Liguria, Comune di Savona e privati. Abbiamo mantenuto la promessa fatta ai savonesi”.

Alcuni restauri, su parti limitate di pareti, sono da ultimare perché è stato necessario attendere alcuni tempi tecnici di asciugatura. Restano ancora in via di completamento quindi alcune coloriture, l’installazione degli ascensori e piccoli dettagli a livello impiantistico.

All’interno della villa è previsto, al primo piano, circa 180 metri quadrati di sale ristorante per 80 coperti e la reception dell’hotel, nei piani superiori 11 camere e Suite per un totale di 24 posti letto, un bar da 60 metri quadrati con area attrezzata all’esterno e 150 metri quadrati di terrazza panoramica. Oltre a questo, al piano terra, sorgerà uno spazio espositivo da 220 metri quadrati circa, anche ad uso pubblico in convenzione con il Comune di Savona per mostre e manifestazioni.

Per quanto riguarda la dependance, è stata completata la demolizione del primo piano e sono state avviate le opere strutturali con il getto delle fondamenta di una nuova struttura metallica che andrà a sostituire la struttura originaria. La conclusione dei lavori, con la realizzazione di due mini appartamenti ad uso alberghiero, è prevista per la fine di aprile 2023.

Nel parco storico da 7800 metri quadrati che circonda la villa sono stati avviati gli scavi per i sottoservizi e la sistemazione delle aree verdi. La delimitazione di aiuole e vialetti sarà effettuata a fine lavori. Su quest’area è stata firmata la convenzione per le modalità di utilizzo da parte del Comune di Savona, che prevede l’organizzazione di eventi, visite guidate e di una mostra permanente di Manifesti Pubblicitari storici.

Per il tratto di fronte alla villa è stata richiesta la concessione demaniale di 50 metri lineari di spiaggia da destinare a pertinenza dell’hotel. Il completamento e il collaudo del complesso è previsto entro giugno 2023.

La villa è stata commissionata da Nicolò Zanelli, capitano di lungo corso, il quale finanziò l’intero progetto tra la fine del 1906 e il 1908. La Villa è un mirabile esempio di Architettura Liberty di inizio ‘900 dove la decorazione è la principale protagonista dell’opera architettonica.

L’insieme degli interventi ha un valore di 6 milioni e 600mila euro, di cui 4,8 da finanziamento Ministeriale, 337mila euro di fondi regionali e 1.400mila di fondi di ARTE Genova.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *