Albissola Cronaca

Accoltellamento di Albissola, fermato un minorenne con l’accusa di tentato omicidio

i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Savona, unitamente ai carabinieri delle Stazioni di Albisola e Varazze, hanno arrestato un minore italiano con l’accusa di tentato omicidio ai danni di un diciassettenne accoltellato nel pomeriggio di ieri ad Albissola Marina, nei pressi della fermata dell’autobus in Piazza Sant’Antonio.

L’aggressione è avvenuta al culmine di una violenta lite scaturita fra alcuni ragazzi per cause ancora da chiarire. Immediato l’arrivo dei carabinieri, tra i quali sono giunte sul posto le pattuglie impegnate nei servizi ad alto impatto in centro città, e di un’ambulanza del 118 che ha prestato soccorso al ragazzo prima del trasferimento al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Savona in “codice rosso”.

Dopo aver acquisito le prime notizie, i Carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini. La profonda conoscenza del territorio dei militari operanti ha permesso, con i pochi elementi in possesso degli investigatori, di capire chi potesse essere uno degli aggressori: è stato rintracciato e fermato poco dopo a Varazze. Il giovane fermato corrispondeva perfettamente alle descrizioni dei testimoni e indossava ancora gli abiti utilizzati durante l’aggressione. Per l’identificazione sono state fondamentali le immagini del sistema di videosorveglianza presente all’interno dell’autobus da cui erano scesi i giovani aggressori.

Accompagnato negli uffici della caserma per gli ulteriori accertamenti necessari, il presunto responsabile dell’accoltellamento, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato arrestato e successivamente accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di Genova, in attesa della convalida del provvedimento precautelare da parte dellAutorità Giudiziaria: dovrà rispondere del reato di tentato omicidio. Nei pressi del luogo dell’aggressione, inoltre, sono stati trovati e sequestrati i tre coltelli utilizzati.

La vittima in serata è stata trasferita presso il nosocomio Santa Corona di Pietra Ligure, in condizioni gravi, ma stabili ed è tuttora in prognosi riservata.

“Il procedimento è attualmente nella fase preliminare ed i provvedimenti finora adottati non implicano la responsabilità dell’indagato, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’Autorità Giudiziaria – fanno sapere dalla Compagnia carabinieri di Savona – Le indagini, coordinate dalla Procura per i Minorenni di Genova, proseguiranno per chiarire ulteriori aspetti della vicenda e per identificare gli altri responsabili in concorso”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *