Attualità Genova

Genova ha salutato dal Porto Antico la partenza di “Ocean Race”

 «Con la partenza da Alicante siamo entrati nel clou della competizione che non è solo un evento sportivo, ma coinvolge la promozione turistica, la valorizzazione del territorio e lo sviluppo economico». Così l’assessore allo Sport e al Turismo che oggi ha seguito in piazza la partenza in diretta di The Ocean Race da Alicante dal ledwall posizionato al Porto Antico. Moltissimi genovesi, curiosi e sportivi, hanno assistito alla doppia partenza degli equipaggi, preceduta dalla tappa eliminatoria del Campionato mondiale del pesto al mortaio. Per tutto il pomeriggio si sono esibiti giovani artisti del rap e dell’hip hop, mentre sullo sfondo venivano create opere di street art sul tema della sostenibilità ambientale degli oceani. 

«L’evento del Porto Antico di oggi – ha aggiunto l’assessore Bianchi – dimostra come The Ocean Race e tutti i grandi eventi sportivi siano momenti di condivisione e aggregazione fatta di intrattenimento, ma anche di promozione del territorio e attenzione su temi importanti come la sostenibilità ambientale». 

“La città di Genova ha lavorato tanto per questo straordinario evento”, sottolinea il Sindaco Marco Bucci, presente ad Alicante insieme all’Ambasciatore italiano a Madrid, Riccardo Guariglia, e al Contrammiraglio della Marina Militare, Massimiliano Nannini. “Avere una barca con la nostra bandiera -prosegue il Sindaco – ha un valore enorme in quello che viene considerato l’Everest della vela. Ma sono anche e soprattutto felice per il grande ritorno di immagine che la nostra città avrà grazie al percorso in tutte le tappe nel mondo con il nostro Padiglione e al “Grand Finale” che confermerà la vocazione di Genova quale capitale mondiale della vela e della nautica. Senza dimenticare il nostro impegno al fianco di The Ocean Race nel segno della sostenibilità e della tutela dei nostri mari con il Genova Process”.

La partenza sarà subito all’insegna delle condizioni pi intense. E’ previsto nei primi giorni un vento fino ai 40 nodi che accompagnerà le imbarcazioni fino a Gibilterra, poi l’uscita nell’Atlantico e la discesa fino a Capoverde dopo 1900 miglia di navigazione. A bordo di AOR Team Genova stanno finalizzando gli ultimi preparativi Cecilia Zorzi e Alberto Riva. “Sto vivendo il mio sogno”, ammette la velista trentina. Il suo entusiasmo è contagioso. Per loro sono in programma le tre tappe della VO65 Sprint: dopo questa prima regata ci saranno le ultime due, la Aarhus-L’Aia e dall’Aia al Grand Finale di Genova nell’ultima settimana di giugno.

Brillano gli occhi a Cecilia Zorzi: “All’inizio avevo un po’ di paura, mi dicevo il vento forte oddio… poi pian piano ho iniziato a percepire la barca come un mezzo che mi consentiva di andare dove volevo, in libertà e con cui riuscivo a stare in simbiosi. A bordo mi piace fare tutto e presto ho iniziato a capire come questa era la mia dimensione. Quello che volevo. Sono orgogliosa di essere a bordo di Team Genova e di poter vivere questa avventura in cui Genova ha creduto tanto. Sarà un onore e una emozione arrivare per la prima volta in Italia, in quel mare di Genova in cui ho vissuto già in passato bellissime esperienze. So già che quando vedrò il Waterfront mi salirà la commozione. Ma sia chiaro. Vogliamo arrivarci bene, siamo l’ultima barca “iscritta” ma vogliamo fare del nostro meglio!”.

Sorriso sornione e grande voglia di partire anche per Alberto Riva. “Siamo pronti. Con l’equipaggio abbiamo avuto poco tempo ma siamo riusciti a creare subito grande intesa e feeling. Vogliamo fare questa bellissima esperienza e regalare all’Italia e a Genova il miglior risultato possibile. La barca è bellissima, dicono la più elegante di questa edizione, ma è anche veloce e speriamo di poterlo dimostrare già in questa prima tappa. Sono davvero felice di essere salito a bordo e di vivere questa esperienza in uno dei più grandi eventi velici al mondo, proprio nell’anno in cui ci sarà il primo storico arrivo nel nostro paese”.

A Genova arriverà anche un’altra velista italiana, Francesca Clapcich che a bordo di 11th Hours Racing Team è tra le favorite. “Non mi nascondo. Si, potremmo essere favoriti. Abbiamo passato molto tempo a bordo, abbiamo avuto alcuni anni per prepararci a questo evento, ma allo stesso tempo, come spesso succede, i giornali hanno parlato molto di noi. Dovremo dimostrare in mare aperto di essere i più forti”. La Clapcich è alla sua seconda esperienza nella The Ocean Race. “Credo che l’Italia debba essere rappresentata in questo tipo di regate. Abbiamo velisti molto forti con grandi capacità. Sono ovviamente contentissima di vedere qui ad Alicante il VO65 di AOR Team Genova che parteciperà alla The Ocean Race VO65 Sprint Cup con il supporto della città di Genova con due velisti italiani a bordo. Avere il VO65 a Genova per il The Grand Finale, evento a cui la città ha lavorato tantissimo, è senza dubbio una bellissima cosa”.

Entusiasmo ad Alicante ma anche a Genova, in attesa del grande finale, ci si prepara a vivere in diretta lo star. Al Porto Antico già dalle ore 12 di domenica(domani) l’intrattenimento inizierà con la tappa del Campionato mondiale del pesto al mortaio e degustazioni, mentre dalle 14.30 musica ed esibizioni di hip hop. Il pubblico sarà coinvolto anche nell’estrazione di un posto speciale a bordo del Team Genova in occasione delle regate Pro-Am che si terranno dal 24 giugno al 2 luglio. Sullo schermo allestito davanti a Palazzo San Giorgio scorreranno le immagini in diretta del doppio start (alle 14 partono i VO65 tra cui il Team Genova e alle 16 la classe Imoca), ma anche contributi video in arrivo da Alicante, dove è allestito il Pavilion di Genova che ospita numerosi eventi e attività.

Sono 11 le barche al via. La flotta dei VO65 è composta da sei imbarcazioni: oltre a AOR Team Genova ecco Mirpuri Foundation Racing Team (POR), WindWhisper Racing Team (POL), Team JAJO (NED), Ambersail 2 (LIT), Viva México (MEX). Sulla linea di partenza cinque forti team IMOCA: 11th Hour Racing Team (USA), Team Malizia (GER), Team Holcim-PRB (SUI), GUYOT environnement-Team Europe (FRA/GER) e Biotherm Racing (FRA).

The Ocean Race sarà trasmessa sui canali ufficiali (web theoceanrace.com e social) in tutto il mondo e sulle piattaforme Discovery + ed Eurosport. RaiSport seguirà tutta la manifestazione durante i 6 mesi di regata con dirette, servizi e speciali. Una trasmissione speciale, curata e condotta da Giulio Guazzini, storico telecronista della vela, sarà trasmessa domani, domenica 15 gennaio, dalle 13.50 alle 17.15 interamente su RaiPlay con delle finestre su Raisport (canale 58) e dalle 16.00 alle 16.30 su Raidue nella trasmissione sportiva Dribbling.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *