Cronaca Savona

Savona, arrestato un 68enne per spaccio di sostanze stupefacenti continuato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Savona, al termine di una complessa attività di indagine, hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere un sessantottenne italiano, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti continuato.

L’attività investigativa, iniziata nel 2020 e proseguita durante tutto il 2021, è stata svolta effettuando specifici servizi in abiti civili e documentando numerosi incontri con finalità di spaccio fra soggetti già noti. I riscontri relativi a diversi episodi di cessione di sostanze stupefacenti e le attività tecniche svolte hanno permesso di scardinare un vero e proprio “mercato della droga” che dal capoluogo della Regione arrivava a Savona e qui vedeva come protagonista l’uomo arrestato nelle scorse ore. L’attività di spaccio non ha subito una battuta d’arresto neppure nel periodo di interdizione degli spostamenti prevista dalla normativa finalizzata al contenimento della diffusione del Covid-19.

Nel corso dell’attività investigativa, sono stati eseguiti tre arresti in flagranza di reato, monitorate un elevato numero di cessioni di sostanza stupefacente ed effettuata una segnalazione ex art. 75 D.P.R. 309/1990 alla locale Prefettura.

Nell’ottobre 2020, l’attività di indagine ha inizialmente condotto all’arresto di un cittadino italiano per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio in quanto, durante un controllo, era stato sorpreso con 120 grammi di cocaina, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e sostanza da taglio.

Durante l’attività era emersa anche la figura di un altro italiano di 67 anni con un ruolo di più alto livello rispetto all’ultimo arrestato, infatti era il suo principale “fornitore” e, in più occasioni, gli aveva ceduto sostanze stupefacenti. Il soggetto, all’epoca sottoposto al regime della detenzione domiciliare, poichè condannato per vari reati anche molto gravi, svolgeva la propria attività criminosa evadendo sistematicamente dalla propria abitazione.

Inoltre, durante le indagini, era emerso chiaramente come il 67enne stesse progettando di commettere, insieme ad un terzo soggetto, una o più rapine: l’uomo era stato infatti monitorato mentre svolgeva “sopralluoghi preliminari” nei pressi di banche o uffici postali in vari comuni della zona. I militari, a questo punto, per evitare che potesse effettivamente portare a termine il suo progetto criminoso, lo hanno arrestato in flagranza di evasione. Anche il suo complice era stato arrestato in flagranza pochi giorni dopo, poichè trovato in possesso di un chilogrammo di hashish.

L’Autorità Giudiziaria, concordando con gli elementi investigativi raccolti, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del 68enne arrestato nella giornata di ieri e ha inoltre disposto il sequestro preventivo dei conti correnti bancari intestati ad un altro soggetto coinvolto nelle attività illecite.

L’attività odierna conferma la costante e viva attenzione dell’Arma dei Carabinieri e il quotidiano e diuturno impegno nei servizi preventivi e repressivi della criminalità, in particolare delle attività illecite connesse allo spaccio di sostanze stupefacenti, al fine di contribuire al mantenimento di una società fondata sui diritti e sul rispetto delle regole” dichiarano dalla Compagnia Carabinieri Savona.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *