Albenga Attualità

Albenga, nel 2022 investiti oltre 470.000 euro per la sicurezza idrogeologica del territorio

Oltre 470 mila euro in sicurezza idrogeologica del territorio nel solo 2022.

“La Piana ingauna è particolarmente ricca per quel che concerne la presenza di rii e canali che, purtroppo, ogni anno, con più o meno intensità, presentano delle criticità e provocano dei danni alle aziende agricole presenti sul territorio – afferma l’assessore al bilancio e all’agricoltura Silvia Pelosi- La nostra amministrazione continua a investire ingenti risorse e ad avere un’attenzione particolare nei confronti di queste tematiche, ma serve un piano dedicato da parte di Regione Liguria sui corsi d’acqua di terza categoria di sua competenza. La Regione deve stanziare risorse, di concerto con il Comune, al fine di pianificare e realmente mitigare il dissesto idrogeologico cui il nostro territorio è soggetto per sua natura”.

“Nell’anno appena trascorso siamo riusciti a effettuare importanti interventi di pulizia, manutenzione ordinaria e straordinaria del Centa e dei principali rii e canali di Albenga sia attraverso incarichi affidati a ditte specializzate sia, quando possibile, in economia grazie al prezioso lavoro degli operai del Comune di Albenga – aggiunge il vicesindaco Alberto Passino – Il nostro è un territorio molto ampio ed è impossibile pulire ogni anno tutti i rii, ma applicando il principio della rotazione, stiamo cercando di intervenire sui numerosi corsi d’acqua presenti ad Albenga”.

“Tracciando il bilancio di fine anno 2022 è emerso un dato del quale andiamo molto fieri: erano decenni che, in un solo anno, non veniva investita una somma così cospicua di risorse comunali per la sicurezza idrogeologica del territorio – commenta il sindaco Riccardo Tomatis – Questo dimostra che l’attenzione su questo tema è massima e si espleta attraverso un monitoraggio continuo e una programmazione degli interventi su tutti i corsi d’acqua, anche minori, attraverso l’affidamento di incarichi a ditte esterne e il lavoro degli operai del Comune”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *