Cultura e Spettacoli Genova

Genova, cinque nuove postazioni multimediali per accompagnare i turisti alle collezioni numismatiche dei musei di Strada Nuova

Le collezioni numismatiche esposte dal 2004 nell’allestimento di Palazzo Tursi si arricchiscono di cinque vetrine/postazioni multimediali, che guidano il visitatore attraverso i circa 700 anni di storia della monetazione di Genova, quando tra il 1138 e il 1860 era attiva la zecca genovese.

Allestite, in origine, all’interno della mostra Il re denaro – grazie alla sponsorizzazione di BPER Banca – le postazioni multimediali sono poi state ripensate e modificate per essere adattate alla preziosa collezione di monete conservata a Palazzo Tursi.

Le monete che i genovesi hanno coniato, speso e accumulato sono dunque esposte nelle vetrine collocate nella parte superiore di ognuna delle cinque postazioni e quando il visitatore si avvicina ruotano su loro stesse, mentre sul piano della postazione una app permette di esplorare e approfondire la ‘carta di identità’ delle monete e le storie del periodo in cui sono state coniate.

Ogni postazione è dedicata a un periodo significativo della storia della nostra città, con riferimenti ai protagonisti e agli episodi chiave delle vicende genovesi.

Si parte dal Medioevo con Benedetto Zaccaria e, attraverso l’età del grande ammiraglio Andrea Doria, il ‘600 col bombardamento francese di Genova, l’età delle rivoluzioni fra ‘700/‘800, si arriva a Giuseppe Mazzini e al secolo della nascita della borghesia imprenditoriale che nell’800 vide protagonisti i duchi di Galliera.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *