Attualità Savona

Firmato il “PAtto per Savona Sicura”: sinergia tra Comune e Prefettura per garantire la sicurezza in città

E’ stato firmato questa mattina nella sede della Prefettura a Savona il “Patto per Savona Sicura”. Strumento per prevenire e combattere il disagio sociale e garantire la sicurezza della città. Il documento è frutto di condivisi approfondimenti avvenuti nella sede del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e ha l’obiettivo di incrementare la “sicurezza percepita” da parte della collettività locale.

A sottoscriverlo, il Prefetto di Savona Enrico Gullotti e il sindaco della Città della Torretta Marco Russo. Presenti anche il Questore Alessandra Simone e i rappresentanti delle forze di polizia cittadine. La parola d’ordine è sinergia tra la Prefettura e il Comune ponentino come sottolineato dal Prefetto: “Il documento è finalizzato a conseguire traguardi e risultati sempre migliori sul fronte della sicurezza urbana e di un monitoraggio con cadenza semestrale che ci consentirà di operare aggiustamenti se si rendessero necessari”.

Il “PAtto per Savona Sicura” è strutturato su progetti e previsioni di intervento in aree  prioritarie per la sicurezza, la vivibilità e la coesione sociale della comunità e la definizione di puntuali strategie di contrasto alla “mala movida” notturna e ai suoi riflessi in termini di degrado e di disturbo dei residenti, oltre ai fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione di merci. E’ prevista anche la prevenzione e il contrasto al disagio giovanile, con particolare riferimento alla diffusione delle sostanze stupefacenti e dell’alcol e ai fenomeni di “bullismo”, della mappatura dei sistemi di videosorveglianza, dell’incuria o del degrado di edifici ed aree pubbliche, dell’educazione alla legalità e del contrasto alla violenza domestica e di genere.

“Il Patto- ha detto il Sindaco di Savona, MArco Russo- sottolinea l’importanza al tema della sicurezza per fare in modo che i cittadini si sentano sicuri. Questo documento testimonia un’idea di sicurezza complessa e si compone dell’aspetto della repressione, prevenzione, riqualificazione, le relazioni sociali e la rivitalizzazione dei luoghi, questi aspetti non funzionano se non si lavora insieme. Periodicamente si farà una mappatura dei luoghi individuando le necessità e le azioni da intraprendere per risolvere le problematiche”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *