Attualità Cairo Montenotte

Accordo C2MAC Group-Italiana Coke che fornirà l’energia elettrica prodotta dai gas derivati dalla propria produzione industriale

C2MAC Group (gruppo italiano attivo nelle fusioni in ghisa e lavorazioni meccaniche, per l’oleodinamica, creato da Fondo Italiano d’Investimento), e Italiana Coke, Gruppo ICE, con il contributo di Axpo (uno dei leader europei nella distribuzione elettrica che collabora con C2Mac da molti anni), hanno rafforzato la propria partnership dando applicazione concreta alle strategie ESG (environmental, social and governance) che hanno da tempo intrapreso, firmando un Power Purchase Agreement (PPA) per la fornitura di energia elettrica prodotta da gas di scarto e recuperati dal ciclo produttivo.

Italiana Coke fornirà a C2MAC Group l’energia elettrica prodotta dai gas derivati dalla propria produzione industriale, consentendo di recuperare energia altrimenti dispersa, riducendo così significativamente l’impatto ambientale e contribuendo alle iniziative di sostenibilità, in cui le due aziende sono impegnate da anni.

C2Mac Group sviluppa e implementa il proprio modello gestionale per dare forma ad un’organizzazione sostenibile, necessaria a generare un impatto positivo e duraturo per la società e l’ambiente, migliorandone i risultati finanziari e innescando un circolo virtuoso. C2Mac Group ha avviato vari progetti in questo ambito, dalla trasformazione degli impianti produttivi alla riduzione degli sprechi alimentari. A questo riguardo verrà pubblicato il Report di Sostenibilità nel 2023.

Italiana Coke detiene importanti know how, tecnologie, infrastrutture, impianti e servizi che le consentono di proiettarsi nel futuro con attività a servizio dell’industria metallurgica per sviluppare progetti di mitigazione dell’impatto ambientale grazie a nuove iniziative nella produzione di coke e alla generazione di energia elettrica ad alto rendimento energetico.

Oltre alla sostenibilità ambientale, il Power Purchase Agreement consente ad entrambe le società di stabilizzare, per una quota parte del proprio fabbisogno, il valore dell’energia elettrica nel medio periodo, contribuendo quindi a ridurre gli impatti dell’alta volatilità e dell’incertezza sulle forniture delle attuali condizioni di mercato.

Per la definizione del PPA circolare, Italiana Coke è stata assistita da AFRY Management Consulting.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *