Attualità

Regione Liguria, 8 milioni per lo sviluppo agro-forestale

Via libera in Giunta, su proposta del vice presidente con delega all’Agricoltura Alessandro Piana, ai bandi 4.2 e 4.3 del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) su un plafond complessivo di circa 8 milioni di euro.
Nel dettaglio il bando 4.2 del PSR mette a disposizione circa 4,2 milioni di euro per il supporto agli investimenti nella trasformazione, nella commercializzazione e nello sviluppo dei prodotti agricoli. “Risorse fondamentali a supporto dell’intera filiera agricola ligure – dice l’assessore Alessandro Piana – per incentivare la domanda di investimenti dalla realizzazione sino alla promozione, rendendo le nostre aziende sempre più competitive sul mercato. Ci aspettiamo una larga partecipazione, così come nelle scorse tornate”. L’ intensità del contributo è pari al 40% della spesa ammissibile sostenuta.

Aperto anche il bando 4.3 del PSR dedicato a Comuni, Unioni di Comuni, partenariati, associazioni e consorzi di imprenditori agricoli per la realizzazione di opere infrastrutturali necessarie allo sviluppo, all’ammodernamento e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura. “Una misura da oltre 3,8 milioni di euro con finanziamento al 100% di opere di grande valore – spiega l’assessore Alessandro Piana – come gli invasi e le vasche di accumulo, così importanti nella gestione ordinaria e tanto più in periodi di siccità, come nella scorsa estate. Altri interventi ammissibili di primaria importanza sono la costruzione o l’adeguamento alle esigenze di transito, acquedotti per l’irrigazione o per uso zootecnico oppure con funzioni antincendio in combinazione con la funzione irrigua. Un sostegno che contribuirà a migliorare ulteriormente la gestione della nostra agricoltura e silvicoltura dando una boccata d’ossigeno nella strategia di rilancio agro-forestale”. Per entrambi i bandi le domande saranno aperte dal 18 gennaio 2023 al 13 aprile 2023. Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito web regionale.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *