Agenda Cultura e Spettacoli Genova

Genova a S.Stefano i “Bruciabaracche” in scena al Politeama

 Uno triplo show nuovo e politicamente scorretto, per esorcizzare la ritualità dei giorni di festa con gli sketch di sette tra i comici più noti del panorama italiano. Lunedì 26 (ore 18 e 21) e martedì 27 dicembre (ore 21) i Bruciabaracche vanno in scena al Politeama Genovese (via Bacigalupo 2) con “Palle di Natale”, nuovo e irriverente spettacolo del collettivo comico genovese, composto da Antonio OrnanoAndrea PossaAndrea Di MarcoAndrea CarliniMarco RinaldiDaniele Ronchetti ed Enzo PaciAggiunta una nuova replica lunedì 26 dicembre alle ore 18. Lo spettacolo di martedì 27 dicembre (ore 21) è tutto esaurito, mentre per lunedì 26 dicembre (ore 21) i biglietti sono quasi finiti.

Uno show sempre rinnovato che, allo stesso tempo, ha il gusto della tradizione. «Quest’anno lo spettacolo è il 26 e il 27 dicembre ed è da un po’ di tempo – scherza Andrea Possa – che non avevamo una scusa buona come quella dello show al Politeama per dover scappare di casa la sera di Natale. Scherzi a parte, in una parte di “Palle di Natale” ridiamo proprio di questo: cosa avrà fatto il Sindaco di Ibiza? Riuscirà Antonio Ornano a resistere tra le mura di casa? In questi giorni lo chiederemo al nostro pubblico sui social di raccontarci le storie più strane e divertenti delle loro festività: una volta raccolte le leggeremo sul palco, con il nostro pubblico che diventerà parte stessa dello show». Dopo il successo del “Brucia Beach Party” di fine luglio al Porto Antico, Enzo Paci, Daniele Ronchetti, Marco Rinaldi, Andrea Carlini, Andrea Di Marco, Andrea Possa e Antonio Ornano tornano sul palco del teatro di via Bacigalupo. «In “Palle di Natale” – aggiunge Enzo Paci – non dimenticheremo di tirare fuori dalla dispensa gli scatolini che contengono i personaggi tanto amati dal nostro pubblico: da Fogna e Campana al Movimento Estremista Ligure, passando dalle disavventure di Gabri Gabra e a quelle di Mattia Passadore, che racconterà la sua esperienza del presepe vivente. In più, possiamo anticipare che, per la prima volta, Andrea Carlini cercherà di difendere dai nostri attacchi la sua ultima conquista “professionale”: il record mondiale di imperturbabilità».

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *