Andora Cultura e Spettacoli

Andora, ecco il calendario delle attività culturali di Palazzo Tagliaferro per le festività natalizie

Prenderà il via martedì 27 dicembre 2022  il ricco programma di iniziative culturali che Palazzo Tagliaferro ha previsto per le festività. Eventi espositivi, visite guidate, incontri letterari e appuntamenti con il teatro offriranno al pubblico un variegato palinsesto inoltre le e aperture straordinarie permetteranno  di fruire dell’offerta culturale tutti i giorni fino all’8 gennaio dalle 15.00 alle 19.00, tranne il 31 gennaio dalle 15.00 alle 16.30.

Si partirà alle ore 17.30 del 27 dicembre con la doppia inaugurazione che vedrà l’intero polo culturale andorese aprire un evento espositivo volto a celebrare il disegno con opere realizzate su carta da artisti di differenti generazioni, formazione e provenienza.

Sia il Museo Mineralogico Luciano Dabroi che il Contemporary Culture Center ospiteranno opere, provenienti da importanti prestiti di collezionisti e gallerie, di figure artisticamente e culturalmente carismatiche, dal profilo internazionale.

Si tratta di un’esposizione che configura una sorta di danza/confronto fra artisti, ideatori, creativi, poeti  provenienti da differenti esperienze che si mettono a nudo alla luce di un profondo lavoro di elaborazione e rielaborazione di se stessi e delle loro esperienze di vita.

Su prenotazione sarà possibile effettuare visite guidate alle mostre durante tutti i giorni di apertura di Palazzo Tagliaferro.  Inoltre il 28 dicembre e il 3 gennaio due appuntamenti della Rassegna Letteraria Sguardi Laterali porteranno il pubblico alla scoperta del significato delle nuvole con gli autori Stefania Grassi e Diego Pirinoli ed. Vincenzo Grasso – Padova e della vita della Royal Family tra passaggi generazionali e Brexit con la giornalista Cristina Penco e la sua pubblicazione fresca di stampa “I Windsor” ed. Diarkos.

Il consueto appuntamento con il teatro nelle sale affrescate del piano nobile di Palazzo Tagliaferro il 4 gennaio e la visita guidata al patrimonio mineralogico Luciano Dabroi a cura del Distav dell’Università di Genova del 5 gennaio chiuderanno gli appuntamenti.

Programma Dettagliato

Martedì 27 dicembre ore 17.30 Museo Mineralogico Luciano Dabroi apertura mostra “Vis à Vis. Landscapes and object. Elisa Daubner e Monica Ferreras”, a cura di Christine Enrile Landscapes and object.

A seguire alle 18.00 al Contemporary Culture Center  “Isole. Extimité/Sovraesposizione dell’intimità”, opere di Luisella Carretta – Andrea Chiesi – Lorenzo Gatti- Živa Kraus – Mad Meg. A cura di Viana Conti e Christine Enrile.

“Isole. Extimité/Sovraesposizione dell’intimità” è il titolo della mostra che vede protagonisti cinque artisti, appartenenti a due generazioni differenti, ma la cui opera, sia storica che attuale, rientra nello scenario in fieri dell’arte contemporanea.

Il termine francese lacaniano Extimité – definito anche parola-valigia, in senso carrolliano – che intitola l’esposizione, è riferibile a ciò che dell’intimità di un soggetto (in particolare quello creativo) viene esposto all’esterno mediante uno stretto confronto con l’altro e con l’altrove, con la profondità abissale dell’io e l’esteriorità multidimensionale dell’ambiente, alla luce di un’elaborazione profonda di se stesso. Perfino la lingua impiegata per parlare di sé appartiene all’alterità, alla funzione del linguaggio. Aprendo spazi al gioco di tensioni tra l’interiorità e l’esteriorità, le opere degli artisti esprimono gli estremi del dato emotivo sia nella percezione del piacere che del dolore, del desiderio o dell’inibizione. In un’etica del limite, elaborata dal filosofo Remo Bodei nella sua Geometria delle passioni, vincoli di ordine politico, familiare, confessionale, sociale, antropologico, mentale, interferirebbero sui destini personali o di massa, sulle ansie di realizzazione del singolo come sulle attese della collettività. Si ripresenta il confronto tra la questione della presentazione anti-illusionistica e della rappresentazione mimetica, del formalismo wölffliniano e dell’iconografia panofskiana, della mediazione tra lo sguardo fotografico e quello emozionale, tra l’inconscio tecnologico – teorizzato da Franco Vaccari – e l’inconscio psichico, teorizzati da Freud e Lacan, a livello archetipico da Jung.

Mercoledì 28 dicembre ore 17.30 rassegna Sguardi Laterali – Incontri con gli autori su temi inconsueti. Museo Mineralogico Luciano Dabroi. Ospiti Stefania Grassi e Diego Pirinoli. “Cosa ispiri tu nuvola in ciel?” ed. Vincenzo Grasso – Padova. Un libro dedicato alle nuvole, ai sentieri che est indicano nel cielo giocando con i raggi del sole e gli uccelli. un libro dedicato alle tracce che le nuvole disegnano sulla terra, alle emozioni e agli interrogativi che accompagnano gli esseri umani e che durante la pandemia si sono enfatizzate.

Martedì 3 dicembre ore 17.30 rassegna Sguardi Laterali  – Incontri con gli autori su temi inconsueti Contemporary Culture Center. Ospite Cristina Penco. “I Windsor da Giorgio V a Carlo III tutta la dinastia di Elisabetta II” ed. Diarkos. Che futuro attende, dunque, i Windsor dopo la morte della più longeva monarca del Regno Unito, la più grande del Novecento? Quali sono le nuove sfide a cui oggi è chiamata la Royal Family, tra passaggi generazionali e Brexit, postpandemia e guerra in Ucraina? Il libro, che riparte dalla precedente Saga dei Windsor in una nuova versione aggiornata e arricchita dagli ultimi avvenimenti internazionali, riprende eventi e protagonisti che hanno caratterizzato i fulgidi settant’anni sul trono di Elisabetta II. Tra le tante luci e qualche ombra di una Corona che, come un’araba fenice, finora ha saputo reggere ai contraccolpi delle varie crisi e reinventarsi ciclicamente, rimanendo avvolta per decenni in un alone di regalità e mistero che continua ad affascinare milioni di persone in tutto il mondo.

Mercoledì 4 gennaio 2022 Contemporary Culture Center – teatro “Mitopiesi dal mito alla favola”. Letture di testi classici a cura di Pino Ronco e Milly Conte. Ore 17.30 e 20.30 solo su prenotazione. Lettura scenica. Tradizionale appuntamento con il teatro nelle sale affrescate del Contemporary Culture Center volto ad approfondire le tematiche della mostra “Isole. Extimité/Sovraesposizione dell’intimità”.

Giovedì 5 gennaio 2022 Museo Mineralogico Luciano Dabroi, visita guidata al patrimonio mineralogico a cura del DISTAV Università degli Studi di Genova dalle ore 15.00 alle ore 16.00.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *