Attualità Genova

Un Protocollo operativo tra Comune di Genova, Tribunale ordinario di Genova, Tribunale per i minorenni di Genova, Consultori familiari di Asl 3 genovese per la gestione delle situazioni di tutela

 Un seminario molto partecipato all’auditorium di Stradanuova si è svolto, oggi pomeriggio, sulla tutela del minore e la sinergia multiprofessionale. Al centro del seminario, organizzato dalla direzione Politiche sociali del Comune di Genova, il “Protocollo operativo per la gestione delle situazioni di tutela sottoposte a provvedimenti di autorità giudiziaria”, stipulato tra il Comune di Genova, Tribunale ordinario di Genova, Tribunale per i minorenni di Genova, Consultori familiari di Asl 3 genovese.  

«Un protocollo importantissimo – ha detto l’assessore alle Politiche sociali Lorenza Rosso, intervenuta in apertura di lavori – che fa dialogare la Direzione del sociale del Comune di Genova, Asl 3, Tribunale ordinario e Tribunale dei minorenni mettendo al centro il bambino e la propria famiglia, con una particolare attenzione ai percorsi personalizzati che vengono presi in considerazione dalla magistratura, quindi coprendo la presa a carico a 360 gradi del minore e della sua famiglia».  

Il seminario rappresenta la conclusione della fase di start up del Protocollo di intesa sottoscritto nel 2018. I tavoli di confronto tra i servizi sociali del Comune e i due presidenti di tribunale hanno aperto un dialogo che dura ormai dal 2019 e che ha prodotto un protocollo operativo di buone prassi per operatori e giudici che operano nell’ambito della tutela minorile e del diritto di famiglia.  

«L’affidamento ai servizi sociali avviene spesso su casi complessi per sostenere le famiglie ed evitare l’allontanamento – ha detto il Garante per l’infanzia e l’adolescenza del Comune di Genova Francesco Mazza Galanti – l’Italia è il paese in cui si allontana meno dalle famiglie biologiche i bambini e significa che la sinergia tra tribunale e servizi è buona, nonostante le difficoltà economiche. Grazie a questo protocollo la situazione potrà ancora migliorare». 

Con il Protocollo operativo, le equipe socio sanitarie multidisciplinari si occupano, in maniera integrata e di sistema, di genitorialità restituendo ai giudici dei tribunali la sintesi delle osservazioni e dei percorsi di accompagnamento delle famiglie e i percorsi di crescita dei bambini, garantendo così una visione di famiglia maggiormente rispondente ai bisogni dei più piccoli.  

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *