Attualità Genova

Genova, inaugurato l’ambulatorio solidale odontoiatrico per chi non può permettersi il dentista

È stato inaugurato ieri pomeriggio il nuovo ambulatorio solidale odontoiatrico della Alef o.d.v (associazione senza scopo di lucro che si occupa del settore odontoiatrico) in Via Casaregis 8/4. All’inaugurazione era presente anche l’Assessore ai Servizi sociali, Famiglia e Disabilità Lorenza Rosso. Il nuovo punto odontoiatrico della Alef, che sostituisce quello aperto a Sampierdarena nel 2018, fornirà i suoi servizi gratuitamente a persone in grave difficoltà economica.

I pazienti potranno accedere all’ambulatorio su invio dei Servizi Sociali Territoriali del Comune di Genova (Ambiti Territoriali Sociali o Ufficio Cittadini Senza Territorio) e dei servizi educativi che collaborano alla presa in carico con il Comune di Genova e tramite i Centri di Ascolto Vicariali di Caritas. Potranno accedere all’ambulatorio anche le persone inviate dalla Comunità di S.Egidio, dall’Associazione S.Marcellino, dalla Diaconia Valdese (Corridoi Umanitari), dai Centri Antiviolenza cittadini e da altri Enti del Settore che si occupano di sostenere le persone con fragilità o in condizione economica precaria.

Lo Staff del nuovo ambulatorio è composto da 10 medici odontoiatri qualificati, con esperienza pluriennale, due medici igienisti dentali, un odontotecnico, una assistente di poltrona e due addette alla segreteria. Tutti volontari. I servizi riguardano la cura delle patologie medico-odontoiatriche d’urgenza (estrazioni, carie, igiene orale) ed inoltre vengono eseguite in ambulatorio radiografie, impronte per protesi, riparazioni di protesi esistenti, terapie canalari, oltre a promuovere la prevenzione della salute dentale. A beneficiare di questi servizi saranno le classi sociali economicamente indigenti, sull’esempio degli “Asili Notturni” di Torino che, da oltre dieci anni, presidia vari campi di assistenza medica a favore di indigenti, con una rete articolata di centri affiliati in varie regioni, tra cui la Liguria.

«Si tratta di un importante progetto solidale- dichiara l’assessore Lorenza Rosso– finalizzato alla cura delle patologie medico-odontoiatriche d’urgenza per le classi sociali economicamente indigenti del territorio genovese. Quotidianamente, purtroppo, tocchiamo con mano la grave crisi economica che ha travolto le nostre famiglie e per questo il Comune sostiene fortemente un’attività come quella dell’ambulatorio odontoiatrico, che svolge un servizio molto importante per la cittadinanza fornendo un servizio che in molti purtroppo non possono permettersi».

L’inaugurazione del nuovo ambulatorio di via Casaregis è stata possibile grazie alla generosità della famiglia Monteventi, odontoiatri da generazioni, che hanno voluto concedere uno dei loro ambulatori alla Alef, ad uso completamente gratuito, chiamando alcuni degli amici professionisti in pensione, per coinvolgerli nell’iniziativa. Il dottor Massimo Monteventi ha ricevuto un attestato dal presidente dell’associazione Alef, Carlo Alberto Melani, e la spilla con la croce di San Giorgio dall’assessore Lorenza Rosso.

In questi anni sono stati curati 342 cittadini, a fronte di migliaia di prestazioni, che hanno riguardato anche molte donne, inviate dai Centri Antiviolenza, su cui si osservano i danni odontoiatrici causati dai maltrattamenti. Al momento sono in cura 90 pazienti (anche diverse madri ospitate presso le case alloggio del Gaslini, i cui figli stanno affrontando cure oncologiche) e ci sono già 40 persone in lista di attesa, tra cui anche profughi ucraini, donne e ragazzi, ospitati nelle strutture cittadine.

L’ambulatorio rimarrà aperto nei giorni di mercoledì (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18) e il giovedì (dalle 15 alle 18).

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *