Curiosità Savona

Il Museo della Ceramica di Savona diventa una casella del Monopoli

Nelle case dei savonesi torna il gioco da tavolo più amato: con la seconda edizione di SV La Riviera, la casa editrice Demoela torna a raccontare Savona e dintorni con una lente ironica e contemporanea, in cui si ritrovano luoghi ed eventi tipici della provincia. Insieme alle principali attrazioni del territorio, che toccano alcune delle zone più note della costa e dell’entroterra, nelle caselle del tabellone è stato inserito anche il Museo della Ceramica, raffigurato da Simone Murgia (illustratore) come una delle quattro Attività (le “stazioni” nel gioco originale).

“È stato del tutto naturale pensare al Museo della Ceramica come una delle eccellenze del territorio – spiega Daniele Panucci, autore del gioco e curatore del museo – non solo perché rappresenta il distretto ceramico savonese, ma anche perché posto all’interno dell’antico Palazzo Monte di Pietà, un vero e proprio museo nel museo”.

Obiettivo del gioco è far prosperare sempre di più la provincia di Savona, investendo in edifici e attività. “Sarà divertente vedere gli amici farsi la guerra per edificare uno stabilimento balneare a Loano o una biblioteca a Carcare” continua Daniele, “ignari del fatto che il destino li porterà presto sul terreno di Ceriale, sul quale hai costruito un parco acquatico che potrà fruttare più di un parco… della vittoria!”.

Per questa occasione, il Museo della Ceramica insieme all’Associazione Atlantide Giochi Savona organizza nei suoi spazi una serata di gioco aperta a tutti, a ingresso libero, in cui i partecipanti potranno scegliere a quale gioco sfidarsi. Oltre al monopoli savonese, sarà possibile testare giochi di diversa natura realizzati da altri autori savonesi (Alessandro Ciceri e Emanuele Briano dell’associazione Atlantide Giochi) e ci sarà spazio anche per gli appassionati di fumetti grazie a Rossana Berretta e Alessandro Sidoti.

L’evento si terrà mercoledì 7 dicembre a partire dalle 19.00, negli spazi del Museo della Ceramica e al termine della sfida si potranno acquistare i giochi direttamente in museo.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *