Attualità Genova

Genova, Nuovo circuito sul mare: Alesbet presenta il progetto di riqualificazione dell’area sul depuratore di Sturla

Un progetto di riqualificazione dell’area posta a copertura del depuratore di Sturla a Genova. Dopo un lungo periodo di gestazione e collaudo, si è arrivati alla conclusione di una operazione complessa, che prevede la collaborazione fra pubblico e privato.

 

«Si tratta – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – di un progetto di riqualificazione di straordinaria importanza che restituisce alla città uno spazio totalmente rinnovato e rivolto a chiunque abbia desiderio di trascorrere del tempo in uno spazio affacciato sul mare e dotato di aree di comfort: la zona del depuratore si trasforma ancora di più in un’area polifunzionale in grado di valorizzare ulteriormente, grazie ai servizi offerti, il quartiere di Sturla. L’operazione si inserisce in un più ampio progetto che da tempo questa Amministrazione persegue che ha l’obiettivo di rendere Genova una città sempre più attrattiva per il turismo e più vivibile per tutti i cittadini».

 

“Qui al depuratore di Sturla- aggiunge l’assessore  alle Manutenzioni Decoro urbano e Centri storici Mauro Avvenente–  è stata una piacevole sorpresa: la zona, riqualificata in questo modo, è diventata una eccellenza e si colloca perfettamente in quella visione che il sindaco Marco Bucci e l’Amministrazione hanno di riconnettere tutto il litorale del Levante fino ad arrivare ai parchi di Nervi; e siccome il sindaco ha già dato prova di essere in grado di trasformare la città, credo che questa visione potrà essere al più presto diventare concreta. Uno degli ultimi lavori che ho portato a termine quando lavoravo ancora in Aster è stata la realizzazione della spiaggia per soggetti disabili inaugurata a Vernazzola e questo mi porta a puntare l’attenzione su tutti gli elementi che così, oggi, caratterizzano questa zona: il rispetto verso i nostri fratelli che hanno difficoltà di deambulazione; la cultura rappresentata dal cinema all’aperto, il momento ludico per i bambini e quello di ritrovo tra le persone, sono elementi che rappresentano una eccellenza. Noi dobbiamo avere la costanza di perpetuare miglioramenti continui attraverso lo strumento delle manutenzioni»

 

«Siamo contenti – afferma Alessandro Giacobbe, presidente di Alesbet – di avere contribuito concretamente alla realizzazione di quest’opera di riqualificazione fortemente voluta dall’Amministrazione e dai cittadini. Pur ostacolati dalle difficoltà degli ultimi due anni, il nostro entusiasmo non è venuto meno. L’esperienza maturata nella gestione dello spazio in questi primi diciotto mesi di sperimentazione, in attesa di ricevere tutte le autorizzazioni richieste, ci consente oggi di programmare al meglio il completamento delle opere ancora necessarie e il calendario delle iniziative per la prossima stagione primavera-estate 2023».

 

Nel 2020 Alesbet si è aggiudicata il bando emanato dal Comune di Genova e, in stretta collaborazione con il Municipio IX Levante, è nato Circuito sul Mare. Una sfida volta al recupero di uno spazio urbano di pregio, lanciata con l’obiettivo di creare uno spazio funzionale, esteticamente piacevole e sicuro, di cui tutto il quartiere, la cittadinanza e i turisti potessero fruire su una terrazza affacciata sul mare da cui si gode un panorama eccezionale. Il progetto di riqualificazione, firmato dagli architetti Susanna Bordoni e Stefania Spina dello Studio Pisano Bordoni, è stato realizzato da Alesbet Srl per tappe successive nell’arco di due anni con un investimento economico pari a circa 300mila euro. Oggi Circuito sul Mare mette a disposizione dei fruitori il Bistrot aperto tutti i giorni, lo spazio giochi per bambini, l’area cani, in estate cinema all’aperto a cura di Circuito e musica dal vivo, oltre a docce e servizi gratuiti per i frequentatori della spiaggia adiacente. Grande cura si è rivelata necessaria per la gestione del prato, un elemento che ha sensibilmente modificato l’aspetto della terrazza, con i tavolini e le sedute poste all’interno di uno spazio verde, con piante e fiori.

 

Nel prossimo futuro sarà gestito in collaborazione con l’Istituto tecnico agrario “Bernardo Marsano”, con la supervisione del docente Marco Corzetto, direttore dello Studio Tecnico del Verde. Circuito sul Mare ha attirato l’attenzione del quartiere, più spesso piacevolmente sorpreso da proposte che hanno ottenuto un notevole seguito, attirando a Sturla persone provenienti da tutta la città e non solo, a volte disorientato da un cambiamento che si è svolto anche nella necessità di trovare risposte rapide alle molte situazioni critiche che si sono verificate, dagli atti di vandalismo ai danni provocati dal maltempo. Per questo è stato considerato utile, se non addirittura necessario, presentarsi ufficialmente in pubblico e spiegare in maniera esaustiva non solo chi siamo ma anche come procederà il lavoro nei prossimi mesi. Tutta l’attività di Circuito è sostenuta dai main sponsor BPER Banca – Banca Carige, che promuove la cultura e le imprese liguri, in una sfida che unisce tradizione e innovazione, e Fondazione Cappellino-Almo Nature che attraverso la partnership con Circuito Cinema e Circuito Cinema Scuole, attente all’educazione civica e ambientale, vuole contribuire a diffondere l’importanza delle scelte quotidiane dell’individuo in relazione alla tutela degli habitat e far sapere che un modello economico a impatto positivo sulla biodiversità è possibile (e in Fondazione Capellino – Almo Nature già esiste).

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *