Cultura e Spettacoli La Spezia e provincia

Teatro Civico La Spezia – Presentata la stagione Teatro Ragazzi 2022|2023

Un Teatro per tutti, aperto agli spettatori più piccoli e alle giovanissime generazioni, per divertirsi e al contempo commuoversi e riflettere. Dopo due anni di fermo torna al Teatro Civico della Spezia la stagione Teatro Ragazzi, con 5 spettacoli (di cui 4 in doppio appuntamento) che andranno in scena nell’arco temporale da fine gennaio a fine marzo.

“Il Teatro Ragazzi è un appuntamento imprescindibile per il Civico che anche quest’anno riserva grandi sorprese – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini –  cinque spettacoli che si snodano fra fine gennaio e fine marzo rivolti a bambini, ragazzi, famiglie. Ancora una volta, il Teatro dimostra di voler diffondere, proprio con questi spettacoli mirati, la cultura del teatro a cominciare dalle nuove generazioni”

Il cartellone è stato presentato stamane in conferenza stampa presso il Teatro: erano presenti il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, il direttore artistico Alessandro Maggi e la dirigente dei Servizi Culturali Rosanna Ghirri.

Anche quest’anno, in base all’esperienza precedente, si è scelto di indirizzare l’offerta degli spettacoli alla fascia scolastica materne, elementari e medie. Inoltre, lo spettacolo di apertura in programma giovedì 26 gennaio, L’Oreste (già inserito nella Stagione di Prosa), sarà proposto agli studenti degli istituti superiori. Torna inoltra la formula delle domeniche a Teatro, che incrementa gli appuntamenti molto apprezzati dai giovanissimi spettatori e dalle loro famiglie.

“Nella linea di un Teatro con una notevole diversificazione delle proposte, finalmente si torna a presentare la stagione di Teatro ragazzi, un passaggio cruciale dell’attività di questo teatro – sottolinea Alessandro Maggi – In una società sempre più dinamica e poco riflessiva, il Teatro assume a maggior ragione la funzione paradigmatica di strumento per trasmettere emozioni allo spettatore che si avvicina per la prima volta all’arte del palcoscenico e sarà, auspicabilmente, il pubblico del futuro. Condividere l’esperienza esclusiva dell’attore sul palcoscenico è il modo migliore per dare il benvenuto al meraviglioso, magico, leggero e profondissimo mondo dello spettacolo dal vivo”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *