Attualità Cairo Montenotte In Primo Piano

Meteo, sabato allerta gialla per neve in Valbormida

Allerta gialla per neve in Val Bormida da domani, 3 dicembre alle ore 3.00 fino alle ore 19.00.

L’arrivo di aria più fredda e il transito di una perturbazione atlantica porteranno, nella giornata di domani, precipitazioni deboli ma diffuse sulla Liguria, con neve nell’interno di centro Ponente anche a quote basse. Il termometro, la scorsa notte, è sceso fino a -4.0 a Calizzano (Savona); da segnalare inoltre -3.6 a Montoggio (Genova), -3.4 a Sassello (Savona), -2.1 a Busalla (Genova), -1.6 a Campo Ligure (Genova) -1.3 a Cairo Montenotte (Savona). Nelle città capoluogo di provincia 8.0 a Genova Centro Funzionale (minima di 1.8 a Monte Pennello e Pontedecimo), 7.8 a Savona Istituto Nautico, 8.9 a Imperia Centro Funzionale, 3.9 a La Spezia.

Dal pomeriggio di oggi le nubi cominceranno a interessare diffusamente la nostra regione, accompagnate da un rinforzo dei venti settentrionali sul centro Ponente. Nella notte, poi, ecco l’arrivo della perturbazione che porterà piogge deboli ma diffuse e precipitazioni che, viste le temperature, potranno assumere carattere di deboli nevicate nelle zone interne, in particolare sui versanti padani di Ponente. Gli accumuli previsti in questa zona, dove transitano tracciati autostradali (A26, A6,) è stimabile circa dai 2 ai 10 centimetri. Nelle altre zone la quota neve sarà attestata intorno agli 800-1000 metri nell’interno delle zone A (Ponente) e C (Levante), 600-800 metri sui versanti padani di Levante ; possibili locali sconfinamenti sulle zone interne di B. Attenzione anche ai venti settentrionali forti con raffiche che potranno essere di burrasca soprattutto sul centro Ponente. Anche per dopodomani, domenica 4 dicembre, sono previste precipitazioni, con piogge diffuse ma le quota neve sarà in rialzo.

Ricordiamo che l’allerta gialla per neve segnala i possibili effetti al suolo, con nevicate deboli su zone sensibili quali i tracciati autostradali e/o nevicate moderate su zone collinari non sensibili con formazione di ghiaccio e gelate diffuse.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *