Cronaca Genova In Primo Piano

Genova, la Polizia indaga su istigazione al suicidio dopo la scoperta di una chat dove venivano postati video di abusi e violenze

In seguito agli arresti di tre ragazzi (due genovesi e un piemontese) dopo la scoperta di una chat degli orrori, la Procura di Genova indaga per istigazione al suicidio. Il filone riguarda il ragazzo piemontese che pubblicava sul canale Telegram Blocco Est Europa, foto di ragazzine che si procuravano lesioni, vantandosi di avere “fatto suicidare una ragazza”. Gli investigatori stanno cercando di identificare tutti gli utenti del canale che aveva 130 iscritti su cui venivano postati video di abusi su minorenni, stragi nelle scuole americane, insulti a sfondo razziale. Non tutti partecipavano attivamente ma erano solo “spettatori”. Indagati altri tre minorenni a cui sono stati sequestrati pc e telefonini. Secondo le indagini i tre arrestati, inneggiando ad Adolf Hitler, volevano compiere una strage a Montecitorio, per questo  avevano inaugurato una ‘campagna di addestramento’ al tiro con le armi dove i bersagli erano le più alte cariche dello Stato.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *