Attualità Genova

Genova, Orientamenti 2022: il Comune sarà presente con alcuni suoi progetti

È stata presentata questa mattina presso la Sala Trasparenza della Regione Liguria la 27esima edizione del Salone Orientamenti 2022, che aprirà i battenti martedì 15 novembre ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova per proseguire fino al 17 novembre. L’appuntamento è ormai un punto di riferimento per il mondo della scuola e della formazione.

Per il Comune di Genova – che è nel Comitato promotore della manifestazione – era presente l’assessore alle Politiche dell’istruzione, Marta Brusoni che ha portato i saluti del sindaco Bucci e dell’Amministrazione.

“In un mondo in continuo cambiamento – sottolinea Marta Brusoni – offrire ai ragazzi e alle loro famiglie una bussola in grado di indicare una rotta nel mondo del lavoro e della formazione è cruciale. Il Salone Orientamenti assolve egregiamente a questo importante compito e ne è una testimonianza tangibile il numero sempre crescente di studenti, insegnanti e genitori che ogni anno partecipano a un appuntamento diventato una realtà importantissima per valorizzare il tema dell’incontro e del confronto delle opportunità. Il Comune di Genova è nel Comitato promotore della manifestazione e come sempre è orgoglioso di offrire il suo contributo di idee e suggerimenti. Come assessore alle Politiche dell’istruzione vorrei sottolineare anche il grande lavoro che stiamo facendo per mettere in campo azioni contro la dispersione scolastica. Il diritto allo studio è fondamentale per creare una società giusta che assicuri pari opportunità a tutte le fasce della popolazione. L’augurio è che il Salone – grazie alla collaborazione di tutti – cresca ancora di più, mettendo al centro questo imperativo e confermandosi un punto di riferimento per ragazzi e famiglie”.

“Anche quest’anno il Comune di Genova – aggiunge Francesca Corso, assessore alle Politiche per i giovani, anch’essa coinvolta per la delega che ricopre nell’organizzazione dell’appuntamento – sarà presente a Orientamenti con uno stand dove – sotto il coordinamento di Informagiovani – offrire informazioni sui propri servizi, dai “sociali” con le loro declinazioni (SEA, Agenzia per la famiglia) ai “culturali” (Musei di Genova e Biblioteche di Genova) che, insieme ad altri soggetti, dialogano con i partecipanti alla Consulta dei Giovani. Previsto poi anche un ricco programma di laboratori nelle sale convegni”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *