Sport

Calcio, la Samp questa sera in casa del Torino: altra tappa del calvario blucerchiato?

Ogni partita ormai è diventata l’ultima spiaggia per la Sampdoria sempre più rassegnata al peggio e in ansia per un futuro societario nebuloso e sempre più incerto. Le prove insufficienti sotto ogni punto di vista contro Inter e Fiorentina rispecchiano lo stato d’animo di un gruppo che sembra aver smesso di lottare sopraffatto dalla situazione drammatica in cui si trova il club. Tecnicamente, pur con le tante lacune che presenta, la Sampdoria vale più del penultimo posto in classifica ma contano i numeri e questi sono disastrosi: una sola vittoria, casuale, a Cremona e 3 pareggi, per il resto solo sconfitte. L’arrivo sulla panchina di Stankovic non ha dato nessuna svolta nè caratteriale nè tecnica, indizi che, oltre all’inadeguatezza tecnica della rosa, lasciano intendere che il disagio sia più profondo e forse incancellabile.  Contro il Torino rischia, dunque, di ripetersi un copione già visto e rivisto in attesa dello scontro diretto di “Marassi” contro il Lecce sabato alle 18.30 che deciderà la stagione. Il Torino non è certo squadra schiacciasassi ma ha vinto due delle ultime 3 gare giocate e occupa un tranquillo centroclassifica malgrado l’ultima sconfitta subita a Bologna e può puntare, con un’eventuale vittoria a posizioni di classifica più prestigiose. Si gioca alle 20.45

Sono ben 7 gli indisponibili per Stankovic: Mehdi Léris per squalifica, Andrea Conti, Manuel De Luca, Ignacio Pussetto, Nicola Ravaglia, Abdelhamid Sabiri e Harry Winks. Scelte, quindi, obbligate, per il tecnico serbo.

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Schuurs, Rodriguez; Singo, Ricci, Lukic, Lazaro; Vlasic, Miranchuk; Pellegri. All.: Ivan Juric

Sampdoria (3-5-2): Audero; Ferrari, Murillo, Colley; Bereszynski, Rincon, Villar, Djuricic, Murru; Gabbiadini, Caputo. All.: Dejan Stankovic

I PRECEDENTI

Vittorie Torino:   39  (ultima nell’ottobre 2021, 3-0)

Pareggi         :   17

Vittorie Samp :   9    (ultima nel febbraio 2020, 1-3)

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *