Attualità In Primo Piano

Crisi energetica: varate le nuove norme per la disciplina del riscaldamento domestico: Liguria suddivisa in tre aree

Un’ora al giorno in meno e stagione accorciata di 15 giorni: i riscaldamenti si accendono otto giorni dopo il consueto e si spengono 7 giorni prima. Esclusi ospedali e asili. Il ministro della Transizione Ecologica Cingolani, ha firmato il Decreto che definisce i nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale e la riduzione di un grado dei valori massimi delle temperature degli ambienti riscaldati, da applicare per la prossima stagione invernale. L’obiettivo è di risparmiare 2,7miliardi di metri cubi di gas. L’italia è divisa in sei aree climatiche. Per quanto riguarda la Liguria ecco i dettagli:

– Zona C (costa di Savona e Imperia) il riscaldamento sarà acceso per nove ore al giorno dal 22 novembre al 23 marzo.

– Zona D (Genova, La Spezia, entroterra Savona e Imperia) il riscaldamento sarà acceso per tredici ore al giorno dall’8 novembre al 7 aprile.

– Zona F (alcuni comuni liguri dell’entroterra sui versanti padani delle 4 province) il riscaldamento sarà acceso per tredici ore giornaliere dal 22 ottobre al 7 aprile.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *