Attualità

Depuratori e fognature, presentati 4 progetti di intervento per 15,8 milioni di euro dal Pnrr ad Albenga, Borghetto, Ronco Scrivia e Sestri Levante

Regione Liguria ha presentato al ministero dell’Ambiente 4 progetti di intervento per 15,8 milioni di euro a valere sulle risorse previste per la Liguria all’interno della misura 4.4 “Investimenti in fognatura e depurazione” della missione Rivoluzione Verde e Transizione ecologica del PNRR.

“Si tratta di progetti che risolveranno definitivamente alcune situazioni di infrazione europea in tema di depurazione al momento esistenti in Liguria – spiegano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone – Si tratta di un passo avanti di grande importanza, particolarmente atteso, su un tema su cui nel corso degli anni sono mancate risposte concrete: Regione Liguria, reperite le risorse grazie al PNRR, ha deciso di intervenire, di fatto sostituendosi agli Ato provinciali, titolari di questi interventi, evitando che i costi finiscano in tariffa, e quindi a carico dei cittadini”.

“In questo modo – proseguono Toti e Giampedrone – andiamo inoltre a rendere più efficace la depurazione delle acque reflue anche attraverso il ricorso all’innovazione tecnologica e, dove possibile, andando a trasformare gli impianti di depurazione in vere e proprie fabbriche verdi per consentire il riutilizzo delle acque reflue depurate, per esempio per l’irrigazione o per usi industriali.

Si tratta di un ulteriore, importante passo avanti nella tutela dell’ambiente della nostra regione, in particolare per quanto riguarda un tema delicato e importante come quello della depurazione.

Regione Liguria, come confermato dal record di Bandiere blu conquistato anche quest’anno, è all’avanguardia: grazie a questo passaggio proseguiamo convinti in questa virtuosa direzione”.

Gli interventi riguardano Albenga, Borghetto Santo Spirito, Ronco Scrivia e Sestri Levante, e permetteranno di render conformi alla normativa complessivamente i servizi forniti a quasi 100mila cittadini liguri.

Oltre a questi 4 interventi, le cui richieste di coperture completano la cifra prevista per Regione Liguria, è stata avanzata una ulteriore richiesta “di riserva”, che potrà essere realizzata in caso si presentasse l’opportunità di accedere a eventuali fondi residui.

Si tratta di opere di riassetto ed efficientamento del sistema depurativo di Stella, in provincia di Savona, intervento del valore di poco meno di 2 milioni di euro.

Provincia di Savona (totale richiesta: oltre 9,5 milioni di euro)

Ad Albenga il progetto prevede il collegamento tra l’impianto di pretrattamento di Vadino e l’impianto di Borghetto Santo Spirito, per un importo complessivo previsto di quasi 4 milioni di euro. La richiesta presentata prevede una copertura economica totale, e la durata prevista dei lavori è di 32 mesi.

A Borghetto Santo Spirito si prevedono invece opere di potenziamento dell’impianto di depurazione del valore di oltre 5milioni e mezzo di euro, per 26 mesi di lavoro. Anche in questo caso la richiesta prevede una copertura totale della cifra necessaria.

Città metropolitana di Genova (totale richiesta: oltre 6,2 milioni di euro)

Per quanto riguarda Sestri Levante, il progetto coinvolto è quello di realizzazione dell’impianto di depurazione delle acque reflue in località Ramaia, che permetterà di uscire da due procedure di infrazione che riguardano Sestri Levante e Riva Trigoso e che sarà a servizio, oltre che del Comune di Sestri Levante, anche di quelli di Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese.

Il progetto prevede 63 mesi di lavori e un costo totale di oltre 74 milioni di euro. L’importo richiesto è di circa 2,5 milioni di euro.

A Ronco Scrivia infine, è previsto l’ammodernamento del Depuratore Ronco Nord, per un importo di oltre 3,7 milioni di euro. L’importo richiesto copre il 100% dei costi.

 

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *