Borghetto Cultura e Spettacoli

Borghetto S.Spirito, i “Sei borghi storici” a sistema per valorizzarne le peculiarità

Dopo oltre vent’anni dall’istituzione all’interno dello Statuto Comunale dei sei Borghi Storici, la Giunta del sindaco Giancarlo Canepa sta lavorando, in collaborazione con lo storico borghettino Gian Luigi Taboga presidente emerito di Assoutenti, per mettere a sistema quella che dovrebbe diventare una rete identitaria e di valorizzazione delle peculiarità del territorio oltre che uno strumento di condivisione e conoscenza di situazioni  e problematiche.

Nel dettaglio – spiega l’assessore Celeste Lo Presti con delega ai Borghi Storici – in questa prima fase stiamo definendo in modo preciso i confini delle sei zone che suddividono territorialmente il nostro paese. A breve verrà inoltre costituita una Commissione Consiliare che diventerà il gruppo di lavoro operativo per mettere a sistema, anche formalmente, la rete dei Borghi”.

Il comma 1 dell’art. 4 dello Statuto Comunale approvato il 30 giugno 1999 prevede che la circoscrizione del Comune sia costituita da sei Borghi: Borgo Marina, Borgo d’Anzio, Giardini, Pontassi, Patarello e Castellaro, zone “storicamente riconosciute dalla comunità”.

Il nostro obiettivo – dichiarano il sindaco Giancarlo Canepa e l’assessore Celeste Lo Presti – è quello di promuovere la ‘partecipazione civica’ dei cittadini, ogni Borgo avrà i suoi referenti che saranno in costante contatto con l’amministrazione comunale e verranno coinvolti nelle scelte importanti che riguarderanno il loro territorio. Ogni Borgo ha le sue specifiche peculiarità che, unitamente alle singole  tradizioni storiche, devono essere preservate e valorizzate”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.