Attualità La Spezia e provincia Politica

Tre milioni e 700 mila euro per il Comune della Spezia per la sostituzione dei mezzi più inquinanti

La Giunta Regionale ha approvato questa mattina lo stanziamento di 29 milioni di euro (21 milioni 862.500 euro destinati ai bandi, più 7 milioni 137.500 per la realizzazione di ulteriori azioni di risanamento), finanziati dal Ministero della Transizione Ecologica nel triennio 2022 -2024, per attuare il piano per l’adozione di misure per il miglioramento della qualità dell’aria sul territorio regionale e per promuovere azioni per ridurre la concentrazione degli inquinanti. Alla presentazione del documento hanno partecipato il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’assessore alla mobilità del Comune della Spezia Kristopher Casati.
Regione Liguria ha quindi approvato gli accordi con il Comune della Spezia e il Comune di Genova per la sostituzione dei mezzi più inquinanti, con un contributo per i bandi rottamazione di 18 milioni 162 mila 500 euro per il Comune di Genova e di 3 milioni 700 mila euro per il Comune della Spezia.
“Quasi 4 milioni di euro alla Spezia finalizzati al miglioramento della qualità dell’aria – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – risorse che verranno immediatamente utilizzate proprio per incentivare la sostituzione dei mezzi più inquinanti. Un passo in avanti fondamentale per l’ambiente, per la qualità della vita degli spezzini, che è perfettamente in linea con il progetto “La Spezia Green” promosso in questi anni e che ha portato la raccolta differenziata a sfiorare l’80%, alla rivoluzione della mobilità sostenibile, ad una maggiore attenzione verso l’inquinamento del mare con la predisposizione delle fognature e il nuovo depuratore.”
“Grazie a Regione Liguria perché con questo risultato riusciamo a completare un progetto iniziato nel 2018 con il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile che rappresenta una svolta nella gestione della mobilità della città. Ha dichiarato l’assessore Kristopher Casati . Finora, grazie al bando MIT da 38milioni di euro, eravamo intervenuti nel cambiamento green della mobilità pubblica. Oggi grazie a Regione che ci ha dato gli strumenti diamo una risposta anche ai privati per sostituire le auto inquinanti.”

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *