Genova Politica

Regione, nuovo ospedale del Ponente: visita dei rappresentanti ministeri della Salute e degli Affari regionali presso il Parco Scientifico e Tecnologico degli Erzelli

Site visit da parte dei rappresentanti dei ministeri della Salute e degli Affari regionali presso il Parco Scientifico e Tecnologico degli Erzelli, nell’ambito del progetto bandiera di Regione Liguria relativo alla realizzazione nel nuovo ospedale del ponente del primo centro nazionale di medicina computazionale del Paese.

Alla visita odierna hanno partecipato anche il coordinatore della struttura di missione per la sanità di Regione Liguria Giuseppe Profiti, il commissario per l’innovazione digitale della Regione Liguria e amministratore unico di Liguria Digitale Enrico Castanini, il rettore dell’Università degli Studi di Genova Federico Delfino, il direttore generale dell’Istituto Italiano di Tecnologia Giorgio Metta, Antonio Uccelli e Angelo Ravelli, rispettivamente direttori scientifici dell’Ospedale Policlinico San Martino e dell’ospedale Gaslini (entrambi Irccs, il primo per l’oncologia e le neuroscienze e il secondo per la pediatria) insieme a Giuseppe Zampini in rappresentanza di Confindustria e ai referenti di Leonardo.

“Siamo soddisfatti – afferma il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti – perché nel corso della visita il professor Giuseppe Ippolito e il consigliere Siniscalchi hanno avuto modo di valutare positivamente il nostro progetto, ritenendolo solido nella sostanza e avanzato nella visione.

È stato uno step importante per la realizzazione del nuovo ospedale, che costituisce il progetto bandiera di Regione Liguria nell’ambito dei fondi del PNRR.

Questa visita infatti è stata molto utile anche per meglio orientare la vocazione scientifica che dovrà avere la nuova struttura, legata fortemente alla ricerca computazionale grazie alla collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia e il Cnr, con Liguria Digitale e con la Scuola Politecnica dell’Università di Genova.

Realtà che sono state molto apprezzate dai referenti ministeriali, già a conoscenza delle attività realizzate dai due Irccs liguri, le nostre eccellenze che già lavorano in collaborazione con l’IIT: l’ospedale Gaslini per la genetica e il Policlinico San Martino per le neuroscienze e l’oncologia.

In sostanza – prosegue Toti – il nuovo ospedale sarà il primo Centro nazionale di medicina tecnologica e computazionale, in grado quindi di applicare alla medicina le tecniche di calcolo più avanzate al mondo per assicurare lo sviluppo delle scienze della vita per un miglioramento continuo della salute dei cittadini.

I punti di arrivo di questo tipo di ricerca sono la medicina di precisione e la medicina personalizzata, ovvero – conclude – la possibilità di disegnare le terapie in base alle caratteristiche del singolo paziente e della natura della sua patologia”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *