Albenga Politica

Albenga, Commissione sanità. Il sindaco Tomatis: “Dobbiamo lavorare nell’immediato per tutelare il Pronto soccorso e pensare al domani. Serve programmazione”

Ennesima delusione ieri per il comprensorio ingauno che ha visto nuovamente inascoltata la richiesta di ottenere risposte chiare da parte del Presidente della Regione e Assessore alla Sanità Giovanni Toti sul futuro dell’ospedale Santa Maria di Misericordia.

Presenti alla commissione sanità allargata, invece, i Consiglieri Regionali Brunello Brunetto e Stefano Mai che, dopo aver chiarito di parlare senza la delega del Presidente, hanno espresso il loro impegno a farsi portavoce della richiesta di un incontro chiarificatore e di confronto sul tema che, ormai da tempo preoccupa tutto il comprensorio.

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis nell’aprire il dibattito ha affermato:L’ospedale di Albenga è nuovo e funzionale, è collocato in una posizione strategica dal punto di vista logistico e ad esso fa riferimento un bacino di utenza di oltre 80 mila persone che, in un territorio come il nostro nel quale le difficoltà infrastrutturali rendono difficilissimi gli spostamenti, hanno la necessità di veder garantito il loro diritto alla salute e alla vita.

La Regione dovrebbe guardare al nostro ospedale come una risorsa importante e imprescindibile, dovrebbe puntare sul Santa Maria di Misericordia che, anche durante l’emergenza Covid, ha dimostrato di essere il più adeguato e dovrebbe investire in esso sia a medio che a lungo termine.

 Attraverso i fondi PNRR sappiamo che arriveranno ingenti risorse anche sul tema sanità. Questa occasione non può essere persa.

Fino ad oggi non c’è stata programmazione. Non possiamo cadere nello stesso errore del passato.

Dobbiamo lavorare nell’immediato per tutelare quello che abbiamo e per riavere subito un Punto di Primo Intervento o, ancor meglio, un Pronto Soccorso e, contestualmente, dobbiamo cercare di accedere a tutte quelle risorse che ci permetteranno, domani, di avere un ospedale nuovo, con reparti funzionali e rispondente alle caratteristiche delineate dal decreto Balduzzi sulla sanità necessarie per avere un Pronto Soccorso.

Solo così, infatti, riusciremo a risolvere in maniera definitiva e univoca il problema.

Solo ampliando il nostro ospedale e dotandolo di tutti quei reparti fondamentali (previsti dal decreto), infatti, sarà possibile avere il Pronto Soccorso ad Albenga.

 

Non possiamo per le difficoltà di oggi (quali la carenza di medici), non programmare un futuro prossimo (8 o 10 anni sono domani su queste grandi tematiche) rischiando di perdere ogni possibilità per il nostro territorio.”

 

Al termine della commissione il presidente Diego Distilo ha specificato come, già nella giornata di oggi (venerdì 14 gennaio) sarà inoltrato un nuovo invito al Presidente Toti per partecipare alla  commissione sanità allargata da tenersi, eventualmente, anche in modalità videoconferenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.