Attualità Savona

Savona, il Prefetto Cananà scrive ai sindaci della provincia: “Mantenimento della Liguria in zona bianca è priorità”

“A fronte della quarta ondata della pandemia, tutti i savonesi sono consapevoli del fatto che il mantenimento del territorio ligure in zona bianca sia una priorità assoluta, al fine di evitare limitazioni e sospensioni della fruizione dei servizi, dello svolgimento delle attività e degli spostamenti, legate alle zone (gialla o arancione) di maggior contagio da covid-19. Un obiettivo che non è solo di salute pubblica, ma di più ampia valenza, in quanto suscettibile di apportare diffusi effetti positivi anche sotto i profili dell’ordinaria vivibilità e del rilancio dell’economia”. Sono le parole del Prefetto di Savona Antonio Cananà che ha così sensibilizzato i sindaci della provincia  all’osservanza delle nuove misure anticontagio.

“Il suo raggiungimento richiede il concorso di tutte le componenti del Sistema Savona, dal singolo cittadino alla società civile nel suo insieme, dagli organi istituzionali al mondo economico-produttivo – si legge nella nota prefettizia firmata dal Prefetto Cananà -. Per questo, rivolgo alle SS.LL. un appello tanto più sentito, dato l’approssimarsi delle festività natalizie e di fine anno caratterizzate di solito da una mobilità delle persone molto più elevata”.

Nei prossimi giorni (in parte a far data dal 6 dicembre, in parte a decorrere dal 15 dicembre) entreranno in vigore le misure di contenimento e salvaguardia introdotte dal decreto legge 26 novembre 2021, n. 172 (estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie, estensione dell’impiego del green pass, istituzione del green pass rafforzato, intensificazione dei controlli).

In ordine alle nuove misure anticontagio, i comuni devono quindi effettuare tempestiva e capillare opera di informazione, orientata innanzitutto a sensibilizzare la popolazione e i gestori delle attività soggette a limitazioni a tenere comportamenti virtuosi.

Importante anche, in un’ottica di deterrenza, l’informazione relativa a controlli più serrati e rigorosi sull’osservanza delle misure anticontagio, comprese quelle relative al green pass.

“Quanto ai controlli anticovid, l’art. 7 del decreto legge n. 172 prevede che il personale dei corpi di Polizia municipale munito della qualifica di agente di pubblica sicurezza vi partecipi a pieno titolo”.

Al riguardo, i sindaci delle rispettive città impartiranno le opportune direttive ai Corpi di Polizia Locale affinché, nelle settimane a venire, profondano, al pari delle Forze di Polizia statali, uno sforzo supplementare in tema di controlli anticovid-19, essendo evidente che l’efficacia delle nuove misure anticontagio è certamente legata in gran parte al grado di osservanza spontanea da parte della cittadinanza, ma un ruolo importante gioca anche l’intensificazione dei servizi di polizia.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *